Cucina: presentati a Venezia i "Zaeti Senza"

(AGI) - Roma, 2 mar. - Il dolce per eccellenza della tradizioneveneziana entra nella Cucina del Senza. Sono stati presentati aVenezia, nell'ambito di Gusto in Scena, i "Za'eti Senza". Sonoprodotti dal Panificio Stella di Velo d'Astico (VI), presente aSeduzioni di Gola, il salone che raccoglie alcune chicche delleeccellenze gastronomiche italiane all'interno di Gusto inScena, manifestazione enogastronomica di portatainternazionale, che si tiene l'1 e il 2 marzo 2015 a Venezia,alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. La Cucina del Senza non e' semplicemente un nuovo modo dicucinare, ma un nuovo modo di

(AGI) - Roma, 2 mar. - Il dolce per eccellenza della tradizioneveneziana entra nella Cucina del Senza. Sono stati presentati aVenezia, nell'ambito di Gusto in Scena, i "Za'eti Senza". Sonoprodotti dal Panificio Stella di Velo d'Astico (VI), presente aSeduzioni di Gola, il salone che raccoglie alcune chicche delleeccellenze gastronomiche italiane all'interno di Gusto inScena, manifestazione enogastronomica di portatainternazionale, che si tiene l'1 e il 2 marzo 2015 a Venezia,alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. La Cucina del Senza non e' semplicemente un nuovo modo dicucinare, ma un nuovo modo di vivere, dove i piaceri dellatavola incontrano finalmente anche quelli della salute.Un'intuizione lanciata nelle ultime edizioni del Congresso diAlta Cucina Gusto in Scena e che si conferma protagonista diquest'ultima edizione, che per il tema proposto ha ottenutoanche quest'anno il patrocinio del Ministero della Salute e diExpo 2015. In seguito all'edizione 2014 molti chef stellati hannoinserito nei loro menu piatti "senza grassi o senza sale edessert senza zucchero aggiunti" e ora La Cucina del Senza e'alla sua prova piu' impegnativa: entrare nelle case deiconsumatori e promuovere un nuovo stile di alimentazione. "Gli Zaeti Senza - spiega Marcello Coronini - sono il primoprodotto interamente realizzato secondo le regole de La Cucinadel Senza®. Sara' il primo di una serie di prodotti, perche' ilnostro scopo e' quello di fare entrare questo nuovo modo dipensare la cucina nella case di tutti gli italiani". "Il prodotto che ci contraddistingue e' lo "ZaetoVeneziano", elaborazione di una ricetta manoscritta conservatapresso la biblioteca Bertoliana della nostra citta' - spiegaSilvano Stella - L'idea di creare per la manifestazione diVenezia nell'ambito de La Cucina del Senza, un dolcetto senzazucchero aggiunto e' venuta a Marcello Coronini durante unnostro incontro Coronini. Lo zucchero e' stato sostituito dallosciroppo d'agave, biologico nel nostro caso, raccomandato anchedall'associazione diabetici italiana per il bassissimo piccoglicemico". Gli Zaeti sono un antichissimo dolcetto veneto che latradizione ripropone in diverse varianti locali. Il nome derivadal tipico colore giallo dato dalla farina di mais e dall'uovousati per la preparazione di questo biscotto. Letteralmente ilsuo nome puo' essere tradotto con "Gialletti". Un tempo questi dolcetti erano legati al carnevale, ma aigiorni nostri hanno perso questa particolarita', infatti sonopresenti nelle pasticcerie durante tutto l'anno e sono ritenutidi buon auspicio.Si possono accompagnare al vino Bianco diCustoza o al Vespaiolo di Breganze. (AGI)