Alimentare: Citta' dell'Olio-Legapesca, valorizzare eccellenze

(AGI) - Roma, 27 nov. - Quando il paesaggio diventa una levacompetitiva per i territori di origine delle eccellenzeagroalimentari. Questo - unitamente alla firma di un protocollodi intesa tra Citta' dell'Olio e Lega Pesca per valorizzare nonsolo il connubio tra due tra eccellenze del made in Italy comeolio e pesce, ma anche il consumo responsabile e la culturaenogastronomica dei territori promuovendo una sanaalimentazione ispirata ai principi della Dieta Mediterranea -sara' uno dei temi che saranno trattati domani 28 novembre aMonteriggioni (SI) in occasione del focus group "Il brandItalia: dal paesaggio

(AGI) - Roma, 27 nov. - Quando il paesaggio diventa una levacompetitiva per i territori di origine delle eccellenzeagroalimentari. Questo - unitamente alla firma di un protocollodi intesa tra Citta' dell'Olio e Lega Pesca per valorizzare nonsolo il connubio tra due tra eccellenze del made in Italy comeolio e pesce, ma anche il consumo responsabile e la culturaenogastronomica dei territori promuovendo una sanaalimentazione ispirata ai principi della Dieta Mediterranea -sara' uno dei temi che saranno trattati domani 28 novembre aMonteriggioni (SI) in occasione del focus group "Il brandItalia: dal paesaggio alle eccellenze olivicole" cheinaugurera' di fatto la tappa toscana del Girolio d'Italia delVentennale, evento clou dei festeggiamenti per i primi ventianni di attivita' dell'Associazione Nazionale Citta' dell'Olio,organizzatrice della kermesse in collaborazione con icoordinamenti regionali. "La firma del Protocollo, che arriva a quasi un decennio didistanza dalle prime forme di collaborazione tra olivicoltori epescatori avviate in Liguria - premette Ettore Iani' Presidentedi LegaPesca - rappresenta molto di piu' che un semplice saltodi qualita' della collaborazione tra le due Associazioni alivello nazionale. Sul tappeto vi sono anche e soprattutto legrandi potenzialita' sottese alla attivazione di sinergie tra iprogetti europei che vedono coinvolte le due Associazioni: dauna parte Med Diet, di cui ANCO e' partner, per la promozione evalorizzazione della Dieta Mediterranea, dall'altra Ready MedFish di cui e' capofila Lega Pesca, volto a dare respiromediterraneo alla sfida sulla multifunzionalita' dell'impresadi pesca, come occasione di nuova imprenditorialita', giovanilee femminile, e nuova occupazione che puo' giungere da unmestiere antico e millenario come la piccola pescaartigianale". Quello del marketing territoriale per le aree olivetate e'un tema e' centrale, spiega Carlo Cambi, giornalistaenogastronomico e autore di varie guide, secondo cui: "Lascommessa non e' quella di produrre di piu' a costi piu' bassi,ma di produrre meglio a valore piu' alto. Per fare questo e'indispensabile aggiungere all'extravergine di oliva anche ilvalore territoriale dei luoghi di origine, valorizzandolo conelementi di riconoscibilita' e affiancandogli un turismo fattodi percezione totale del valore della ruralita'". Paesaggio quindi da valorizzare attraverso forme di turismoesperienziale, che cresce esponenzialmente sulla spinta dellacuriosita' di andare a scoprire in prima persona dove nasconole eccellenze agroalimentari che molti avvicinano per la primavolta attraverso la ristorazione. Una di queste e' propriol'olio extravergine di oliva come sottolinea anche AntonioGiovanni Cocco, direttore generale ISNART-Ristoranti italianinel mondo, anticipando qualche dato di quelli che presentera'durante l'incontro: "La rete dei ristoranti italianicertificati da Ospitalita' Italiana nel nostro paese contacirca 6.700 aziende, ma non deve essere trascurato il datorelativo al resto del mondo: 1.700 ristoranti in 50 paesi cherichiamano ogni anno oltre 70 milioni di clienti. Un grandeasset per l'Italia perche' consente di aprire i mercati apiccoli produttori, promuovere i principi della DietaMediterranea, supportare i grandi eventi come Expo 2015 eproteggere le tradizioni e i prodotti italiani. Uno di questiprodotti e' senza dubbio l'olio extravergine di oliva". Sempre domani a Siena, parte anche il calendario deglieventi del Girolio che coinvolgono la citta', con banchid'assaggio ospitati da 20 ristoranti e 17 negozi no food, corsidi assaggio per adulti e bambini, la presentazione di dueimportanti guide gastronomiche - il Mangiarozzo di Carlo Cambie il Golosario di Paolo Massobrio - e l'Assemblea dei socidelle Citta' dell'Olio, per la quale sono attesi irappresentanti di 350 enti territoriali di tutta Italiaaderenti all'Associazione. A Siena in contemporanea si terra'poi anche il primo raduno ufficiale dell'Associazione ItalianaFood Blogger, con uno show cooking con la PresidentePellegrino e lo Chef Filippo Saporito al ConsorzioAgrario.(AGI)