Alimentare: 5 Universita' per valorizzare prodotti tipici Lazio

(AGI) - Roma, 12 mar. - Un network di cinque universita' delLazio che mette il proprio know-how scientifico in campoagroalimentare a disposizione delle aziende di settore, percontribuire al miglioramento dei processi di produzione,conservazione e sicurezza alimentare di alcune 'eccellenze'regionali: e' la sinergia resa possibile dal progettoTipitec(TIpicizzazione Prodotti Italiani tramite Tecnologie), dellaquale l'Universita' Campus Bio-Medico di Roma e' capofila. Ilprogetto e' arrivato primo tra quelli vincitori del bando suitemi di Expo 2015 indetto da Lazio Innova, societa' regionaleper lo sviluppo a sostegno delle imprese. Con il CampusBio-Medico partecipano anche gli

(AGI) - Roma, 12 mar. - Un network di cinque universita' delLazio che mette il proprio know-how scientifico in campoagroalimentare a disposizione delle aziende di settore, percontribuire al miglioramento dei processi di produzione,conservazione e sicurezza alimentare di alcune 'eccellenze'regionali: e' la sinergia resa possibile dal progettoTipitec(TIpicizzazione Prodotti Italiani tramite Tecnologie), dellaquale l'Universita' Campus Bio-Medico di Roma e' capofila. Ilprogetto e' arrivato primo tra quelli vincitori del bando suitemi di Expo 2015 indetto da Lazio Innova, societa' regionaleper lo sviluppo a sostegno delle imprese. Con il CampusBio-Medico partecipano anche gli atenei di Roma Tre, Sapienza,Tor Vergata e Universita' Cattolica del Sacro Cuore. Saranno100 i prodotti tipici del Lazio a poter essere valorizzati: dalguanciale di Amatrice alla porchetta di Ariccia, dal conciatodi San Vittore al kiwi di Latina, dalla tellina del litoraleromano alle olive di Gaeta, con un lungo elenco di vini, acquee altre 'prelibatezze' ben conosciute anche al di fuori deiconfini regionali. (AGI)Rmx/Bru