Agroalimentare: Ricci, bene terzo posto Lazio in 'bandiere gusto'

(AGI) - Roma, 9 lug. - "Il terzo posto conquistato dal Lazionella classifica delle "bandiere del gusto" della Coldiretti èper noi motivo di orgoglio e soddisfazione. Sono 386 i prodottitipici regionali che rendono la nostra regione un territorio dieccellenze da promuovere e valorizzare, a livello nazionale einternazionale, grazie al lavoro di intere generazioni diagricoltori che investono tempo e risorse in un settore semprepiù strategico per l'economia del nostro Paese". Lo dichiara inuna nota l'assessore regionale all'Agricoltura, Caccia e Pesca,Sonia Ricci. "La promozione e la valorizzazione dei prodottiagroalimentari tipici è una

(AGI) - Roma, 9 lug. - "Il terzo posto conquistato dal Lazionella classifica delle "bandiere del gusto" della Coldiretti èper noi motivo di orgoglio e soddisfazione. Sono 386 i prodottitipici regionali che rendono la nostra regione un territorio dieccellenze da promuovere e valorizzare, a livello nazionale einternazionale, grazie al lavoro di intere generazioni diagricoltori che investono tempo e risorse in un settore semprepiù strategico per l'economia del nostro Paese". Lo dichiara inuna nota l'assessore regionale all'Agricoltura, Caccia e Pesca,Sonia Ricci. "La promozione e la valorizzazione dei prodottiagroalimentari tipici è una delle linee guida strategichedell'amministrazione Zingaretti, a salvaguardia e tutela di unpatrimonio inestimabile, strettamente connesso alla ricchezzapaesaggistica, naturale, culturale e artistica della nostraregione. Abbiamo promosso, sin dal primo giorno diinsediamento, un modello, continua l'analisi dell'assessoreRicci, il Sistema Lazio, sperimentato con i produttori nelnostro primo anno di promozione agroalimentare, composto daArsial, il sistema camerale, le Province, i Gal, le strade delvino e dell'olio, i consorzi di tutela del vino e le diverseorganizzazioni di categoria. Il nostro impegno continuerà aessere quello di accompagnare le imprese nelle diversemanifestazioni, nazionali e internazionali, destinando allavalorizzazione dei prodotti anche parte dei nuovi fondi delfuturo PSR 2014-2020, interagendo anche con i fondi FESR".(AGI)