Agricoltura: Ocse-Fao, prezzi in calo ma serve piu'sostenibilita'

(AGI) - Roma, 11 lug. - I mercati agricoli stanno tornando acondizioni piu' stabili: dopo un periodo di prezziinsolitamente elevati, Ocse e Fao prevedono prezzi agricolipiu' bassi, in un contesto in cui la produzione per ciboanimale e per biocarburanti superera' quella alimentare. E'quanto emerge dall'ultimo rapporto congiunto Ocse-Fao'Agricultural Outlook 2014-2023', presentato oggi. Il recente calo dei prezzi delle principali colture. Silegge, e' destinato a continuare nei prossimi due anni, per poistabilizzarsi a livelli superiori al periodo pre-2008, manettamente al di sotto dei picchi recenti. La domanda diprodotti agricoli dovrebbe rimanere

(AGI) - Roma, 11 lug. - I mercati agricoli stanno tornando acondizioni piu' stabili: dopo un periodo di prezziinsolitamente elevati, Ocse e Fao prevedono prezzi agricolipiu' bassi, in un contesto in cui la produzione per ciboanimale e per biocarburanti superera' quella alimentare. E'quanto emerge dall'ultimo rapporto congiunto Ocse-Fao'Agricultural Outlook 2014-2023', presentato oggi. Il recente calo dei prezzi delle principali colture. Silegge, e' destinato a continuare nei prossimi due anni, per poistabilizzarsi a livelli superiori al periodo pre-2008, manettamente al di sotto dei picchi recenti. La domanda diprodotti agricoli dovrebbe rimanere stabile, con un'espansionea tassi inferiori rispetto al passato decennio. I cereali sonoancora al centro di cio' che la gente mangia, ma in molte partidel mondo, con l'aumento dei redditi e dell'urbanizzazione, lediete stanno diventando piu' ricche di proteine, grassi ezuccheri. Il rapporto Ocse-Fao afferma che questi cambiamenti,insieme all'incremento demografico mondiale, richiederanno, nelcorso del prossimo decennio, una sostanziale espansione dellaproduzione. Nel prossimo decennio, con in testa Asia e AmericaLatina, le regioni in via di sviluppo rappresenteranno oltre il75% della produzione agricola aggiuntiva. (AGI) ed/Ccc (Segue)