Tumori: mangiare sano aiuta a prevenirli e curarli

(AGI) - Roma, 21 mag. - Mangiare sano serve anche a prevenire eaiutare la cura dei tumori. All'Universita' Cattolica di Roma eal Policlinico Gemelli sono stati condotti e sono ancora incorso diversi studi su nutrizione e tumori. I principalirisultati sono stati presentati oggi al policlinico romano, inoccasione della "Giornata per la ricerca", dedicata quest'annoal tema "Il ruolo della Nutrizione, dalla Prevenzione allaCura". Un gruppo di ricercatori della Cattolica e' impegnato aidentificare specifici bersagli molecolari degli acidi grassiomega-3, di cui sono ricchi pesci come il salmone e il pesceazzurro, sulle cellule

(AGI) - Roma, 21 mag. - Mangiare sano serve anche a prevenire eaiutare la cura dei tumori. All'Universita' Cattolica di Roma eal Policlinico Gemelli sono stati condotti e sono ancora incorso diversi studi su nutrizione e tumori. I principalirisultati sono stati presentati oggi al policlinico romano, inoccasione della "Giornata per la ricerca", dedicata quest'annoal tema "Il ruolo della Nutrizione, dalla Prevenzione allaCura". Un gruppo di ricercatori della Cattolica e' impegnato aidentificare specifici bersagli molecolari degli acidi grassiomega-3, di cui sono ricchi pesci come il salmone e il pesceazzurro, sulle cellule tumorali del cancro del colon e delmelanoma (tumore della pelle), nutrienti che potrebbero anchecontribuire a rallentare la crescita tumorale. Con questeconoscenze in futuro tali nutrienti potrebbero essere impiegatioltre che nella prevenzione, anche nella terapia dei tumori."Inoltre, diversi studi condotti presso i nostri laboratori,anche in collaborazione con gruppi di ricerca internazionali,hanno messo in luce una riduzione del 40 per cento del rischiodi tumore della bocca e della gola per chi assume alimenti checontengono vitamine del gruppo B (quali carciofi, lattuga,broccoli, ma anche legumi) e carotenoidi (per esempio carote,peperoni, ma anche spinaci)", ha spiegato Stefania Boccia,direttore della Sezione di Igiene, Istituto di Sanita'Pubblica. "Riguardo la ricerca clinica - ha continuato - studiin corso presso l'Universita' Cattolica stanno valutandol'effetto protettivo di alcuni composti naturali ricchi diagenti antiossidanti presenti nel te', caffe', vino rosso eanche agrumi, nelle donne sottoposte a chemioterapia pertrattamento del carcinoma della mammella, cosi' come l'effettoprotettivo rispetto alle enteriti di alcuni composti probioticinelle persone sottoposte a radioterapia per tumori deldistretto pelvico". (AGI) .