Tumori: 9 italiani su 10 chiedono informazione corretta

(AGI) - Milano, 18 giu. - L'89 per cento dei cittadini sentel'esigenza di un'informazione medico-scientifica corretta. Maper il 40 per cento i media non sanno rispondere a questarichiesta quando affrontano l'argomento "tumore". Prevenzioneprimaria, diagnosi precoce e stato della ricerca sono i temi sucui gli italiani vorrebbero piu' notizie in campo oncologico. Eil termine "tumore" per il 63 per cento fa meno paura rispettoa "cancro". Questi i risultati emersi da un'indagine FAVO(Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia)su piu' di 800 cittadini. (AGI)(AGI) - Milano, 18 giu. - "E' compito di

(AGI) - Milano, 18 giu. - L'89 per cento dei cittadini sentel'esigenza di un'informazione medico-scientifica corretta. Maper il 40 per cento i media non sanno rispondere a questarichiesta quando affrontano l'argomento "tumore". Prevenzioneprimaria, diagnosi precoce e stato della ricerca sono i temi sucui gli italiani vorrebbero piu' notizie in campo oncologico. Eil termine "tumore" per il 63 per cento fa meno paura rispettoa "cancro". Questi i risultati emersi da un'indagine FAVO(Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia)su piu' di 800 cittadini. (AGI)(AGI) - Milano, 18 giu. - "E' compito di una moderna societa'scientifica anche diventare garante della buona informazione -ha spiegato Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM(Associazione Italiana di Oncologia Medica) -. Per questopromuoviamo il primo corso per giornalisti medico-scientifici eoncologi. I due mondi devono imparare a conoscere le reciprocheesigenze per rispondere alla richiesta di buona informazione daparte dei cittadini". Il corso si svolge oggi e domaniall'Universita' di Parma con il patrocinio dell'ateneo emilianoe dell'UNAMSI (Unione Nazionale Medico Scientifica diInformazione). "Ogni giornata prevede due sessioni - ha dettoStefania Gori, segretario nazionale AIOM -. Nella prima ilruolo di docenti sara' svolto dai clinici. Fra i temiprincipali che verranno approfonditi: come divulgare in modocorretto i successi (anche parziali) della lotta contro ilcancro; scegliere le notizie e regolarne il flusso; leggere unlavoro clinico; seguire un congresso internazionale e capire lenovita'; le nuove frontiere della lotta al cancro e la ricercatraslazionale". (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it