Spazio: sindaco L'Aquila sollecita fondi progetto Cosmo SkyMed

(AGI) - L'Aquila, 1 dic. - "E' incredibile che l'Italia nonriesca a trovare nella legge di stabilita' 100 milioni nel 2015per avanzare nel completamento di un progetto che la porrebbeal centro di una serie di attivita' e servizi per i Paesieuropei e dell'intero Mediterraneo. E' a mio avvisoingiustificabile". Cosi' il sindaco dell'Aquila, MassimoCialente, commenta la mancanza di stanziamenti per ilcompletamento del grande progetto italiano di "Cosmo SkyMed".Cosmo SkyMed e' una costellazione di quattro satelliti adutilizzo duale, vale a dire sia ad uso civile che militare. Duesatelliti sono gia' in orbita;

(AGI) - L'Aquila, 1 dic. - "E' incredibile che l'Italia nonriesca a trovare nella legge di stabilita' 100 milioni nel 2015per avanzare nel completamento di un progetto che la porrebbeal centro di una serie di attivita' e servizi per i Paesieuropei e dell'intero Mediterraneo. E' a mio avvisoingiustificabile". Cosi' il sindaco dell'Aquila, MassimoCialente, commenta la mancanza di stanziamenti per ilcompletamento del grande progetto italiano di "Cosmo SkyMed".Cosmo SkyMed e' una costellazione di quattro satelliti adutilizzo duale, vale a dire sia ad uso civile che militare. Duesatelliti sono gia' in orbita; occorre realizzarne e lanciarnealtri due."I lavoratori di tutti gli stabilimenti italiani di ThalesAlenia, in particolare i 300 dell'Aquila, hanno scioperato,stamani - afferma il primo cittadino - poiche' nella legge distabilita' non e' previsto il finanziamento. Nell'esprimeresolidarieta' all'azienda ed ai suoi lavoratori, alla luce dellamia esperienza parlamentare che mi ha visto per otto annimembro del comitato 'Parlamentari italiani per le politichespaziali', nel quale continuai il lavoro condotto da un altroparlamentare aquilano, l'on. Francesco Aloisio, non possoesimermi da una riflessione politica. Lo spazio, le suetecnologie, le sue applicazioni, sono un settore strategico; ungrande Paese, se vuol rimanere tale, non puo' essere fuori daquesta sfida. Ho sempre paragonato lo spazio all'oceano dopo il1492, quando i Paesi europei scoprirono che attraversarel'Atlantico era la sfida del futuro di allora"."Lo e' anche sullo spazio - osserva il sindaco - sull'enormeindotto, perche' dietro Thales Alenia vi sono tantissime altreaziende italiane, alcune presenti anche nella nostra citta', ela stesso Telespazio, che impegnano ricercatori e maestranze dialtissima professionalita'. Le tecnologie e le applicazionispaziali sono, inoltre, quelle che offriranno sbocchilavorativi negli anni futuri ai nostri giovani migliori.Continuo a seguire le politiche dello spazio e possotestimoniare come negli ultimi anni Paesi, come ad esempiol'Inghilterra, che avevano tralasciato questo settore, oggistiano prepotentemente tornando in campo, insieme anche alleNazioni dell'Est europeo. Noi italiani - commenta infineCialente - ci siamo sempre seduti alla pari ai tavoli europei,contendendo la leadership dell'Unione con Germania e Francia,apprezzando nel contempo gli sforzi di altri Paesi europei cheguardavano all'Italia come un modello sia di lungimiranzapolitica che come di altissima tecnologia. Questo Governo, chesta chiedendo sacrifici, che chiede agli italiani di credereche per raggiungere il futuro occorra rinunciare anche adalcuni diritti, non puo' non giocarsi le partite strategiche diun domani che e' gia' oggi". Intanto il vice presidente dellaRegione Abruzzo, l'ex parlamentare Giovanni Lolli, ha fattosapere che "la questione verra' riproposta in Senato daStefania Pezzopane per evitare che il progetto si blocchi escatti la cassa integrazione a zero ore per lo stabilimentodell'Aquila. Quei soldi - aggiunge - servono subito e ilfinanziamento per il 2015 e' di vitale importanza per garantireal progetto di proseguire le attivita' previste. Anche Lolliquesta mattina ha partecipato allo sciopero e allamanifestazione dei lavoratori dello stabilimento aquilano diThales Alenia "per condividere il loro allarme e la loropreoccupazione". .