Salute: protocollo intesa Comune Roma-Fimmg su stili di vita

(AGI) - Roma, 23 set. - Scambio e analisi congiunta diinformazioni legate agli stili di vita dei cittadini; studio erealizzazione di iniziative volte alla conoscenza del rapportotra alimentazione e corretti stili di vita, al fine di ridurrecondizioni e comportamenti a rischio. Sono alcune dellepossibilita' offerte dal protocollo d'intesa firmato oggi, inCampidoglio, dal sindaco di Roma Ignazio Marino; dall'assessorealla Qualita' della vita, sport e benessere Luca Pancalli, edal segretario generale nazionale della Federazione italianadei medici di medicina generale Giacomo Milillo. Il documentoprevede che le parti possano mettere a disposizione,reciprocamente, eventuali

(AGI) - Roma, 23 set. - Scambio e analisi congiunta diinformazioni legate agli stili di vita dei cittadini; studio erealizzazione di iniziative volte alla conoscenza del rapportotra alimentazione e corretti stili di vita, al fine di ridurrecondizioni e comportamenti a rischio. Sono alcune dellepossibilita' offerte dal protocollo d'intesa firmato oggi, inCampidoglio, dal sindaco di Roma Ignazio Marino; dall'assessorealla Qualita' della vita, sport e benessere Luca Pancalli, edal segretario generale nazionale della Federazione italianadei medici di medicina generale Giacomo Milillo. Il documentoprevede che le parti possano mettere a disposizione,reciprocamente, eventuali risorse e professioinalita' utiliall'attuazione di campagne informative-educazionali. Verra' inoltre creato un Comitato operativo paritetico digestione, composto da tre membri designati da ciascuna delleparti e responsabile delle attivita' previste. "Questoprotocollo - ha spiegato Pancalli - e' un tassello di unprogetto piu' ampio sulle politiche dell'invecchiamento e percorretti stili di vita. Questi ultimi - ha sottolineato -costituiscono non solo uno strumento di cura e prevenzione maanche di politica economica, perche' i cittadini in buonasalute determinano un minor aggravio di spesa per il Serviziosanitario nazionale". "Il mestiere e la missione dei medici difamiglia sono centrali nel nostro sistema sanitario - haaffermato Marino -. Per chi, come noi, ha compitiamministrativi e' molto importante il rapporto con loro, chesono i principali attori della salute dei cittadini non soloper quanto riguarda la cura delle malattie ma anche per laprevenzione e nell'aiutare la diffusione della cultura dellaqualita' della vita e del benessere, il che e' particolarmenteimportante nelle metropoli. Nel 2050 - ha ricordato - quasil'80% dei cittadini d'Europa vivra' nelle grandi areemetropolitane. Ecco perche' - ha sottolineato il sindaco -lavorare con i medici generali, che sono il primo filtro eaiuto ai cittadini in merito ai problemi salute, e' moltoimportante per l'amministrazione di una grande citta' comeRoma". Il segretario generale nazionale della Fimmg hasottolineato che "la salute si tutela attraverso diversistrumenti. La scienza medica ha dato un grande contributoall'allargamento della vita, ma la cultura a corretti di stilie le abitudini sane sono indicatori determinanti per laqualita' e la durata della vita". Il protocollo, ha aggiuntoMilillo, "si tradurra' nella costituzione di un gruppo dilavoro paritetico di cui faranno parte tre medici e trerappresentanti del Comune, che elaboreranno iniziative daproporre e realizzare con la condivisione di risorse umane edeconomiche, studiando come proporre gli stili di vita migliorialla cittadinanza. Pensiamo per esempio a occasioni comeconferenze aperte, che tanto piacciono agli anziani, in cuipoter esprimere liberamente i propri dubbi e le propriedomande. Roma e' la Capitale - ha concluso Milillo - e cosi'puo' dare l'esempio". (AGI) Rm9/Eli .