Epatite C: Aifa pubblica nuovo algoritmo per migliore terapia

(AGI) - Roma, 24 mar. - L'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)informa che e' stato appena pubblicato, nella sezione dedicatadel Portale istituzionale, il nuovo Algoritmo per la terapiadell'Epatite C cronica, realizzato in collaborazione conl'Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF). Sitratta di una nuova Piattaforma AIFA, disponibile ad accessolibero nella sezione "Percorsi Decisionali sui Farmaci", ingrado di definire il percorso logico ottimale per ladefinizione della terapia personalizzata per il trattamento diquesta patologia. Considerata l'eccezionale diffusione dellamalattia nel nostro Paese e l'elevato impatto dei costi deifarmaci ad azione antivirale diretta

(AGI) - Roma, 24 mar. - L'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)informa che e' stato appena pubblicato, nella sezione dedicatadel Portale istituzionale, il nuovo Algoritmo per la terapiadell'Epatite C cronica, realizzato in collaborazione conl'Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF). Sitratta di una nuova Piattaforma AIFA, disponibile ad accessolibero nella sezione "Percorsi Decisionali sui Farmaci", ingrado di definire il percorso logico ottimale per ladefinizione della terapia personalizzata per il trattamento diquesta patologia. Considerata l'eccezionale diffusione dellamalattia nel nostro Paese e l'elevato impatto dei costi deifarmaci ad azione antivirale diretta (DAA) di nuova generazionesul Servizio Sanitario Nazionale (SSN), e' stato ritenutonecessario programmare un processo di modulazione di accessoalle nuove terapie che prevede in via prioritaria iltrattamento dei pazienti in base ad un criterio di urgenzaclinica, come definito dalla Commissione Tecnico Scientifica(CTS) dell'AIFA.L'Algoritmo AIFA-AISF consente di armonizzare le piu' recentievidenze scientifiche con la necessaria appropriatezzaprescrittiva e il rispetto della rimborsabilita' sostenibile acarico del nostro SSN, l'impiego clinico appropriato dei nuovifarmaci DAA nelle categorie di pazienti affetti da epatite Ccronica, secondo i criteri di rimborsabilita' approvatidall'AIFA. Nell'Algoritmo vengono pertanto suggerite le opzioniterapeutiche ottimali per l'utilizzo dei vari farmaci, inconformita' a quanto riportato nelle specifiche scheda dimonitoraggio. Tale appropriatezza non solo permette dimassimizzare il beneficio clinico per il paziente, ma consenteanche di liberare risorse per altre innovazioni farmacologicheallo scopo di riservare parte delle risorse a chi ne ha piu'bisogno. L'obiettivo finale di questo tipo di Algoritmidecisionali e' quindi quello di fornire al clinico una "guida"(non di essere una linea-guida) per un approccio terapeuticoindividuale il piu' possibile aggiornata e di facile utilizzo,allo scopo di valutare indicazioni e modalita' di trattamento,utilizzando gli schemi terapeutici piu' vantaggiosi per ilpaziente. Il giudizio sui vari schemi terapeutici vieneespresso come "ottimale", "subottimale" o "sconsigliato"tenendo in considerazione il beneficio che arreca al paziente,valutando cioe' l'efficacia, la durata del trattamento e glieffetti indesiderati. L'algoritmo puo' quindi guidare tra leopzioni disponibili e attualmente rimborsate, riportandoletutte nella massima trasparenza ma, appunto perche' non sitratta di linee guida vincolanti (ammesso che le linee guida losiano sempre), lasciando comunque liberta' decisionale e pienaresponsabilita' al medico. Tutti gli Algoritmi AIFA sono anchestrumenti informatici dedicato a tutti i pazienti i qualipossono in questo modo attingere informazioni, da condividerecon il proprio medico curante, sulle diverse possibilita' dicura. L'Algoritmo sara' periodicamente aggiornato man mano chesi renderanno disponibili gli ulteriori farmaci per la curadell'epatite C cronica (DAKLINZA, HARVONI, VIEKIRAX, EXVIERA)ai quali l'AIFA sta dando massima priorita' allo scopo diincrementare il prima possibile le opzioni terapeutichedisponibili nella cura dell'infezione da HCV, senza mai perderedi vista le tematiche della sostenibilita' per il SSN. .