Energia: Nidec Asi, accordo stoccaggio fotovoltaico in Giappone

Energia: Nidec Asi, accordo stoccaggio fotovoltaico in Giappone
 energia rinnovabili pannelli solari fotovoltaico - pixabay

Roma - Dopo aver avviato in Germania, a maggio, una delle principali installazioni di stoccaggio energetico a batterie (Bess) al mondo, Nidec Asi si e' aggiudicata un nuovo progetto da Advantec Co. Ltd, ottenendo cosi' in Giappone la prima fornitura di un impianto fotovoltaico con stoccaggio energetico. La multinazionale italiana con sede milanese fornira', attraverso una collaborazione interna italo-francese, un sistema completo di gestione energetica per un impianto fotovoltaico installato nell'isola di Hokkaido. Nel supportare Advantec per la fornitura e installazione di un impianto a energia solare da 6 MWc, Nidec Asi offrira' quattro sistemi di conversione di potenza e container ESS (Energy Storage Systems) per una capacita' totale di 6 MW e 6 MWh di energia. L'accordo giunge dopo l'installazione Nidec Asi di uno dei piu' grandi progetti Bess al mondo fornito al gigante energetico tedesco Steag. Il progetto, che vanta una capacita' di 90 MW, gestira' sei siti tra le regioni North-Rhine-Westphalia e Saarland con l'obiettivo di stabilizzare la rete elettrica tedesca. Il Giappone e' fra i tre principali paesi che detengono la maggiore quota del mercato fotovoltaico, che ha visto negli ultimi anni una forte crescita grazie alle nuove norme governative studiate per ridurre le emissioni di Co2. "Questo progetto con Advantec segna una pietra miliare significante per Nidec Asi nel mercato dello stoccaggio energetico" ha commentato Giovanni Barra, ad di Nidec Asi. "Negli ultimi anni, il Giappone e molti altri paesi hanno investito fortemente nello sviluppo delle energie rinnovabili, generando oggi la necessita' di stabilizzare tutta questa forza. Ed e' proprio questa capacita' una delle nostre expertise e know-how proprietari; l'elevata qualita' insieme all'altissima tecnologia delle soluzioni che offriamo costantemente ad aziende di tutto il mondo vengono riconosciute per l'estrema adattabilita' rispetto alle esigenze tecniche e alle condizioni ambientali particolarmente critiche, superando i requisiti degli standard nazionali". (AGI)