Clima: fiordi Groenlandia, variazioni calore in mesi non estivi

(AGI) - Washington, 23 giu. - I fiordi dei due piu' grandighiacciai della Groenlandia, quelli da cui si "stacca" ilghiaccio della calotta per finire in mare, hanno subitovariazioni nel contenuto di calore e in altre proprieta'idriche ogni 3-10 giorni tra settembre e maggio. Questirisultati, riportati dalla rivista 'Nature Geoscience',suggeriscono che durante i mesi non estivi le acque calde nelfiordo sono rinnovate regolarmente ed efficacemente dal mare,il che puo' influenzare il tasso di scioglimento dei ghiacciai.Rebecca Jackson e colleghi del Woods Hole OceanographicInstitution hanno analizzato registrazioni che si riferisconoal periodo

(AGI) - Washington, 23 giu. - I fiordi dei due piu' grandighiacciai della Groenlandia, quelli da cui si "stacca" ilghiaccio della calotta per finire in mare, hanno subitovariazioni nel contenuto di calore e in altre proprieta'idriche ogni 3-10 giorni tra settembre e maggio. Questirisultati, riportati dalla rivista 'Nature Geoscience',suggeriscono che durante i mesi non estivi le acque calde nelfiordo sono rinnovate regolarmente ed efficacemente dal mare,il che puo' influenzare il tasso di scioglimento dei ghiacciai.Rebecca Jackson e colleghi del Woods Hole OceanographicInstitution hanno analizzato registrazioni che si riferisconoal periodo settembre-maggio delle proprieta' idriche e dellavelocita' dei fiordi Sermilik e Kangerdlugssuaq. Gli scienziatihanno rilevato impulsi di velocita' associati alle oscillazionidi temperatura e salinita' che duravano in genere pochi giorni,in modo simile alle tempistiche del passaggio dei sistemimeteorologici. Gli autori suggeriscono che questi risultatidimostrano che l'acqua del mare circostante viene regolarmenteimmessa nei fiordi nei mesi non estivi. (AGI).