Apple si è creata il proprio servizio sanitario

La società sta lanciando una rete di cliniche chiamate AC Wellness per i suoi dipendenti e le loro famiglie che sarà operativa già nelle prossime settimane

Apple si è creata il proprio servizio sanitario

Ancora una volta il romanzo 'The Circle' si rivela profetico. Nel libro, che è del 2013, un colosso informatico creava un campus ideale per i propri dipendenti cui metteva a disposizione anche un servizio sanitario di eccellenza. Ora quello scenario è diventato realtà: dopo aver inaugurato un quartier generale che assomiglia in modo inquietante a quello del libro, Apple sta lanciando una rete di cliniche chiamate AC Wellness per i suoi dipendenti e le loro famiglie che sarà operativa già nelle prossime settimane.

Secondo Msnbc, la società ha pubblicato senza farsi notare un sito Web, www.acwellness.com, con ulteriori dettagli sulla sua iniziativa e una pagina che elenca posti di lavoro per i quali si può proporre una candidatura tra cui il medico di base, l'allenatore e il tecnico di laboratorio.

Questo nuovo gruppo - personale sanitario gestito indipendentemente da Apple, ma dedicato ai dipendenti Apple - inizialmente servirà solo nella contea di Santa Clara, dove si trova il quartier generale.

Un elenco di posti di lavoro per la "rete" pubblicato su Indeed.com descrive "sbalorditivi poliambulatori all'avanguardia", a Santa Clara, poche miglia a nord del quartier generale di Cupertino. Uno dei quali è nel nuovo campus di Apple Park.

E una ricerca su LinkedIn rivela che ex dipendenti della Stanford Health Care sono stati al lavoro su AC Wellness per almeno cinque mesi. Molte delle inserzioni di lavoro sul sito di Apple descrivono AC Wellness come una "sussidiaria di Apple, Inc." 

Non si tratta, tuttavia, di una mossa rivoluzionaria: già Amazon, Berkshire Hathaway e J.P. Morgan hanno annunciato di voler unire gli sforzi per creare strutture sanitarie dedicare ai propri dipendenti.

Per inciso: in The Circle la mega-azienda usava le informazioni mediche di cui era entrata in possesso per tenere sotto controllo i dipendenti.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it