Zimbabwe: traffico antilopi, nuovi guai per complice killer Cecil

(AGI) - Beitbridge (Zimbabwe), 23 set. - E' di nuovo nei guaicon la giustizia del suo Paese il cacciatore professionistaTheo Bronkhorst, guida e organizzatore di safari ma soprattuttoprincipale complice di Walter James Palmer, il dentistaamericano appassionato di trofei che il 6 luglio scorso nelloZimbabwe uccise di frodo Cecil, l'anziano esemplare maschio dileone che era simbolo del parco nazionale 'Hwange'. Gia' inliberta' provvisoria per l'abbattimento del felino, amatissimoda esperti e semplici turisti, il 52enne Bronkhorst e' statoarrestato un'altra volta per traffico di antilopi nere, unaspecie protetta molto rara di cui avrebbe

(AGI) - Beitbridge (Zimbabwe), 23 set. - E' di nuovo nei guaicon la giustizia del suo Paese il cacciatore professionistaTheo Bronkhorst, guida e organizzatore di safari ma soprattuttoprincipale complice di Walter James Palmer, il dentistaamericano appassionato di trofei che il 6 luglio scorso nelloZimbabwe uccise di frodo Cecil, l'anziano esemplare maschio dileone che era simbolo del parco nazionale 'Hwange'. Gia' inliberta' provvisoria per l'abbattimento del felino, amatissimoda esperti e semplici turisti, il 52enne Bronkhorst e' statoarrestato un'altra volta per traffico di antilopi nere, unaspecie protetta molto rara di cui avrebbe contrabbandato inSudafrica ben 29 capi. I giudici lo hanno rilasciato solodietro versamento di una cauzione equivalente a circa 450 euro:per tornare a piede libero dopo l'eliminazione di Cecil neaveva gia' dovuto pagare un migliaio, e fra cinque giorniandra' sotto processo per favoreggiamento del bracconaggio conun'ennesima aggravante a proprio carico. .