Video Isis con bimbi indonesiani che si esercitano con armi

Secondo gli esperti la buona qualità delle immagini e del sonoro indica che il video è originale. Probabilmente è stato girato in Siria

Video Isis con bimbi indonesiani che si esercitano con armi
 terroristi islamici isis terrorismo

Roma - Un video pubblicato dallo Stato islamico ritrae alcuni bambini indonesiani che si esercitano con pistole e fucili Ak-47, prima di dare alle fiamme i loro passaporti. A comandare i ragazzini, tutti dagli 8 ai 12 anni, c'e' Abu Faiz al Indunesy: il miliziano e' ricercato da Jakarta e opera come cecchino in Siria per i terroristi. Il video dura circa 20 minuti. In esso - scrive Asianews - appaiono 23 ragazzi (chiamati "cuccioli del Califfato"), alcuni dei quali provenienti da Malaysia e Filippine. Nelle frasi di propaganda che vengono pronunciate ci sono minacce dirette agli Stati del sud-est asiatico, che "non riusciranno a sconfiggere" i miliziani dell'Isis. Secondo Ridlwan Habib, esperto di intelligence e terrorismo della University of Indonesia, la buona qualita' delle immagini e del sonoro indica che il video e' originale. La presenza di bambini di piu' nazionalita' testimonia che e' stato girato in Siria.

"L'Ufficio immigrazione - ha detto - dovrebbe fare una valutazione seria sul perche' cosi' tanti bambini indonesiani siano riusciti ad entrare in Siria". Le autorita' sono preoccupate per la grande diffusione che il filmato ha avuto su internet e sull'influsso che esso puo' avere sulle giovani generazioni: "E' un fatto grave e ne siamo dispiaciuti", ha detto Brig Amar Joey Boy, capo delle pubbliche relazioni della polizia. "Ormai tutto puo' essere condiviso e chiunque puo' fare propaganda online". Jakarta sta pensando di chiudere le frontiere sugli arrivi dalla Siria, in modo da bloccare il ritorno di miliziani addestrati. Da tempo l'Isis e' attivo anche sul territorio indonesiano. Gli attentati dello scorso 14 gennaio a Jakarta sarebbero riconducibili ad un gruppo terrorista legato all'Isis che cerca il predominio fra le frange jihadiste del sud-est asiatico. I simpatizzanti dell'Isis in Indonesia sarebbero circa 1000: un numero esiguo se si pensa che esso e' il Paese musulmano piu' popoloso al mondo, con 206 milioni di fedeli (l'87%). Ad oggi sarebbero circa in 600 ad essere partiti per la Siria per unirsi al califfato. Di questi, almeno 50 sarebbero gia' morti. Secondo l'Agenzia per l'anti-terrorismo (Bnpt), invece, sarebbero 149 i cittadini tornati dal Medio Oriente. (AGI)