Usa: revocato blocco Casa Bianca, falso allarme per un carretto andato a fuoco

(AGI) - Washington - E' rientrato l'allarme alla CasaBianca, e il blocco che ne era stato decretato dal SecretService, il corpo  [...]

(AGI) - Washington, 7 mar. - E' rientrato l'allarme alla CasaBianca, e il blocco che ne era stato decretato dal SecretService, il corpo di sicurezza presidenziale, e' stato diconseguenza revocato giacche', secondo fonti del serviziostampa, non sussiste alcuna seria minaccia. Stando a quantoriferito dal quotidiano 'The New York Times', a provocarel'improvviso frastuono che per qualche tempo ha fatto temereun'ennesima emergenza sarebbe stato il carretto di un venditoreambulante di vivande, andato a fuoco per ragioni ancora daaccertare. A complicare ulteriormente la situazione,all'incirca nello stesso momento uno dei cani della scortaaddestrati ad annusare la presenza di esplosivi era entrato inagitazione dopo aver percepito qualcosa di sospetto all'internodi un veicolo in sosta, sul quale sono in corso accertamenti.Escluso comunque dagli investigatori qualsiasi tipo dicollegamento tra i due episodi. Il boato era partito dall'angolo di una delle strade checosteggiano il North Lawn, il prato davanti alla facciataprincipale del palazzo. Era pero' riecheggiato anche sul latoopposto, il South Lawn del retro, dove da li' a poco BarackObama, la moglie Michelle e le figlie, Malia Ann e Sasha,sarebbero dovuti salire a bordo di un elicottero. La FirstFamily Usa non era comunque ancora uscita, e sembra che pertutto il tempo sia rimasta dentro la residenza ufficiale, dicui era stato sprangato ogni accesso, facendovi altresi'rientrare i giornalisti presenti. Gli Obama avrebbero dovuto raggiungere in volo la baseaerea di Andrews, nel Maryland, e da li' prendere l'Air ForceOne alla volta di Selma, in Alabama, per presenziare allecelebrazioni in occasione del cinquantesimo anniversario dellaprima delle tre marce di protesta a sostegno dei diritti civilidegli afro-americani, nel 1965. Il programma, seppure con uncerto ritardo, e' stato infine rispettato, ma il tragitto e'stato percorso via terra. (AGI).