Usa: poliziotto spara a nero disarmato, nel 2007 aveva gia' ucciso

(AGI) - Washington - Aveva gia' ucciso un uomo nel 2007Matt Kenny, il poliziotto bianco che venerdi' notte inWisconsin ha sparato  [...]

(AGI) - Washington, 9 mar. - Aveva gia' ucciso un uomo nel 2007Matt Kenny, il poliziotto bianco che venerdi' notte inWisconsin ha sparato a un giovane afroamericano disarmato,innescando nuove proteste contro l'uso eccessivo ediscriminatorio della forza da parte della polizia Usa. Il casodi otto anni fa era stato derubricato come un 'suicide by cop',uno di quelli cioe' in cui qualcuno provoca intenzionalmente unagente per indurlo a sparargli e l'agente era stato proscioltoda ogni tipo di accusa e aveva anche ricevuto un encomio. Loscrive la Cnn, rivelando qualche dettaglio in piu' dei fattiaccaduti venerdi' notte. Nel frattempo, Kenny - che nellacolluttazione venerdi' notte ha riportato un colpo alla testa -e' stato messo in aspettativa retribuita in attesa chel'inchiesta chiarisca la dinamica dei fatti. Il grave incidentedella citta' di Madison ha avuto come preludio una telefonataalla polizia che segnalava un uomo di solore che urlava efaceva baccano in strada, ha raccontato il commissario diMadison, Mike Koval. Dall'esame delle registrazioni risulta chel'uomo viene identificato come il giovane che poco dopo sara'ucciso, Tony Robinson. Chi fa la telefonata sostiene che"apparentemente Tony ha colpito un suo amico, non si vedonoarmi". Quattro minuti dopo ancora un dettaglio: "Ho riceuto unatelefonata sullo stesso sospetto (dallo stesso indirizzo); hatentato di strangolare un'altra persona". Trenta secondi piu'tardi, le urla: "Colpi d'arma da fuoco, colpi d'arma da fuoco". Quando Matt Kenny arriva nell'appartamento, capisce chec'e' tensione ed entra. "Una volta all'interno, la personacoinvolta in questo incidente, lo stesso che aveva fattobaccano in strade e picchiato qualcuno, ha assalito il mioagente", ha denunciato ancora Koval. E' a quel punto, secondoil commissario, che "l'agente ha tirato fuori il revolver e diconseguenza ha sparato". Lo stesso commissario ha pero'riconosciuto che la rabbia della gente e' comprensibile: "Eradisarmato. E questo rendera' molto complicato (il lavoro) degliinquirenti, e che il pubblica accetti, capisca... perche siastata usata una forza letale". Robinson a dicembre avevariconosciuto, dinanzi a un tribunale del Wisconsin, di averpartecipato a una rapina armata nel mese di aprile. Unparticolare della sua storia personale che contrasta conl'immagine del figlio data dalla madre: "Mio figlio non e' maistato una persona violenta, mai", ha detto Andrea Irwin a unaconsociata dela Cnn, la Wkow. "Morire in modo cosi' violento misconvolge". La polizia invece non ha voluto commentare itrascorsi criminali del giovane. "Potrei ma scelgo di nonfarlo", ha detto Koval, incontrando sabato la stampa. "Credofrancamente che, per i nostri scopi odierni, sia totalmenteinappropriato e non voglio macchiare la memoria di nessuno,tantomeno di uno cosi' giovane". .