Usa 2016: Jeb Bush in Ue, a Berlino vede Merkel e attacca Putin

(AGI) - Berlino, 9 giu. - Un'accoglienza calorosa - anche senon da rock star come nel 2008 per l'allora candidato allapresidenza Barack Obama - ha caratterizzato la prima tappa deltour europeo di Jeb Bush, inaugurato oggi a Berlino allavigilia del suo annuncio ufficiale sulla discesa in campo perla Casa Bianca. Nel suo intervento ad una confernza economicaorganizzata dalla Cdu, il partito della cancelliera AngelaMerkel, Bush ha sottolineato l'esigenza di una partnershipUsa-Ue ancora piu' stretta sul commercio e sulla sicurezza,attaccando Mosca per la recrudiscenza delle ostilita'nell'Ucraina orientale. "All'Ucraina deve essere lasciata

(AGI) - Berlino, 9 giu. - Un'accoglienza calorosa - anche senon da rock star come nel 2008 per l'allora candidato allapresidenza Barack Obama - ha caratterizzato la prima tappa deltour europeo di Jeb Bush, inaugurato oggi a Berlino allavigilia del suo annuncio ufficiale sulla discesa in campo perla Casa Bianca. Nel suo intervento ad una confernza economicaorganizzata dalla Cdu, il partito della cancelliera AngelaMerkel, Bush ha sottolineato l'esigenza di una partnershipUsa-Ue ancora piu' stretta sul commercio e sulla sicurezza,attaccando Mosca per la recrudiscenza delle ostilita'nell'Ucraina orientale. "All'Ucraina deve essere lasciata laliberta' di scegliere la sua strada e la Russia - ha detto l'exgovernatore della Florida - deve rispettare la sovranita' el'integrita' del suo territorio". La Merkel e' arrivata allafine dell'intervento di Bush, lo ha applaudito dalla platea epoi gli ha stretto la mano. La visita europea di Bush durera'cinque giorni e prevede tappe anche in Polonia e in Estonia."L'Ue e gli Stati Uniti hanno in comune l' interesse perl'apertura dei mercati nel mondo - ha sottolineato - e non c'e'ragione per non completare la Transatlantic Trade andInvestment Partnership". L'aspirante inquilino della CasaBianca ha dunque rimarcato l'importanza della Nato, anche allaluce della crisi ucraina. La nostra alleanza, la nostrasolidarieta' e le nostre azioni sono essenziali - ha concluso -se vogliamo tutelare i principi fondamentale del nostro ordineinternazionale". (AGI)