Ucraina: Poroshenko silura l'oligarca-governatore Kolomoisky

(AGI) - Mosca - Nell'ultimo episodio di una disputache ha minacciato di spaccare il governo ucraino, il presidentePetro Poroshenko ha rimosso  [...]

(AGI) - Mosca, 25 mar. - Nell'ultimo episodio di una disputache ha minacciato di spaccare il governo ucraino, il presidentePetro Poroshenko ha rimosso oggi l 'oligarca Igor V.Kolomoisky, 52 anni, dal suo posto di governatore diDnipropetrovsk, la piu' importante regione industriale delPaese e bastione contro l'avanzata delle milizie separatistefilo-russe nell Est. La decisione, riportata sul sito dellapresidenza ucraina, arriva dopo una settimana di tensioni traPoroshenko e il magnate - proprietario, tra le altre cose,della maggiore banca del Paese (PrivatBank) e anchefinanziatore del battaglione Dnipr-1, che combatte contro iseparatisti - sul controllo di due importanti societa' statali,di cui l'oligarca possiede quote di minoranza, ma che di fattoha gestito indisturbato, mentre ora Kiev mira a riprenderne leredini. Domenica, uomini armati e col volto coperto - per alcunimolto simili ai volontari del Dnipr-1 - avevano compiuto unraid negli uffici della maggiore compagnia petrolifera ucraina,la Ukrnafta. Un azione simile era avvenuta, giovedi' scorso,nella sede di UkrTransNafta nella capitale. Kolomoisky hanegato il proprio coinvolgimento, additando la colpa a sabotatori russi. I suoi detrattori, pero', tra cui anchealcuni deputati di spicco, lo hanno accusato di bloccare leriforme e hanno chiesto la sua testa. Il siluramento e' stata annunciato con un comunicato dellapresidenza ucraina nel bel mezzo della notte, probabilmentedopo un incontro tra Poroshenko e l oligarca, come scrive ilNew York Times. La nota spiega che il capo di Stato ha ricevutole dimissioni del governatore e ha firmato il decreto per lasua rimozione dall incarico. "Dobbiamo garantire la pace, lastabilita' e la tranquillita'", ha dichiarato Poroshenko,sottolineando che la regione di Dnipropetrovsk deve rimanereun bastione dell'Ucraina nell Est per proteggere la pace .Valentyn Reznichenko, vicino al capo dello staff presidenzialee che il mese scorso era stato nominato a guidare la vicinaregione di Zaporizhia, assumera' le funzioni di governatore adinterim. Come governatore di Dnipropetrovsk, Kolomoisky - il cuipatrimonio e' stato stimato da Forbes in 1,8 miliari didollari, nel 2014 - ha rappresentato un valido alleato delgoverno centrale, fino a quando le sue aspirazioni non sonocresciute troppo. Da tempo, i critici delle sue milizie avevanoavvertito che i suoi uomini avrebbero potuto rivoltarsifacilmente contro la leadership di Kiev e Poroshenko avevaannunciato l'intenzione di inquadrare il battaglione Dnipr-1nell'esercito ucraino. Il capo di Stato, inoltre, aveva firmatodi recente un disegno di legge che, di fatto, riduceva ilpotere di Kolomoisky come socio di minoranza nelle societa'energetiche statali, privandolo della possibilita' di bloccarecambiamenti a livello di management. Secondo i sostenitoridella legge, si trattava di un passo necessario per portare lalegislazione ucraina verso gli standard internazionali. La Russia ha accusato l ormai ex governatore diDnipropetrovsk di ogni crimine, compreso l aver organizzatosequestri di persona e omicidi. Ma nonostante la sua profondaostilita' verso Mosca, di recente, Kolomoisky aveva espressosostegno all idea di trovare un compromesso con i leader delleautoproclamate repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk,avvicinandosi alle posizioni del Cremlino, che per la soluzionedella crisi ucraina vede come condizione necessaria unamaggiore autonomia per quelle regioni. (AGI) .