Ucraina: Confindustria Russia "preoccupata" da nuove sanzioni

(AGI) - Mosca, 12 set. - La notizia delle nuove sanzioni Uecontro Mosca e le "inevitabili" contro-sanzioni da parte russagenerano "preoccupazione e perplessita' tra gli imprenditoriitaliani, che esportano e investono nel Paese". A denunciarloe' il presidente di Confindustria Russia, Ernesto Ferlenghi. "L'agroalimentare italiano esporta all'anno 1 miliardo dieuro di prodotti in Russia, il 10% di quello europeo, e il 25%dell'ammontare e' stato cancellato dalle sanzioni gia'adottate, per non parlare dell'indotto che perde, minando ilgia' fragile tentativo di crescita", ha denunciato Ferlenghi. "La conseguenza - ha aggiunto - e' un incrementodell'offerta sul

(AGI) - Mosca, 12 set. - La notizia delle nuove sanzioni Uecontro Mosca e le "inevitabili" contro-sanzioni da parte russagenerano "preoccupazione e perplessita' tra gli imprenditoriitaliani, che esportano e investono nel Paese". A denunciarloe' il presidente di Confindustria Russia, Ernesto Ferlenghi. "L'agroalimentare italiano esporta all'anno 1 miliardo dieuro di prodotti in Russia, il 10% di quello europeo, e il 25%dell'ammontare e' stato cancellato dalle sanzioni gia'adottate, per non parlare dell'indotto che perde, minando ilgia' fragile tentativo di crescita", ha denunciato Ferlenghi. "La conseguenza - ha aggiunto - e' un incrementodell'offerta sul mercato europeo e quello italiano da partedegli altri nostri diretti concorrenti europei con una cadutadei prezzi, ormai giunto a coprire appena i costi diproduzione, riducendo i margini per nuovi investimenti ininnovazione e ricerca". Ferlenghi ha ribadito, inoltre, i timori di perdere unmercato, conquistato con decenni di lavoro: "Altri Paesi, comela Turchia, stanno potenziando le esportazioni verso la Russia,coprendo la nostra offerta, quota di mercato che riusciremo atornare ad occupare con difficolta'". Il rischio e' anchenell'aggressivita' delle societa' cinesi, che "acquistanotecnologie e investono in Russia attraverso Jv russo-cinesi,occupando anche gli altri settori che le nostre imprese confatica hanno conquistato con mezzo secolo di fiducia,collaborazione e amicizia". (AGI).