Semestre Ue: tra arte, cinema e teatro la cultura italiana domina a Bruxelles

(AGI) - Bruxelles, 9 set. - La cultura italiana domina laprogrammazione autunnale del Bozar, il centro multiculturale diBruxelles con sede nel palazzo progettato negli anni Venti dalpadre dell'art deco Victor Horta. Durante il semestre dipresidenza italiana dell'Unione europea, infatti, il Palais desBeaux Arts ospita e promuove mostre, spettacoli e incontriitaliani, con il titolo comune "Focus on Italy". "L'Italia - ha spiegato il direttore artistico PaulDujardin - e' una culla di cultura che ha sempre ispirato gliartisti. Un viaggio a Roma e nelle altre citta' italiane e'stato a lungo un 'must' per

(AGI) - Bruxelles, 9 set. - La cultura italiana domina laprogrammazione autunnale del Bozar, il centro multiculturale diBruxelles con sede nel palazzo progettato negli anni Venti dalpadre dell'art deco Victor Horta. Durante il semestre dipresidenza italiana dell'Unione europea, infatti, il Palais desBeaux Arts ospita e promuove mostre, spettacoli e incontriitaliani, con il titolo comune "Focus on Italy".

"L'Italia - ha spiegato il direttore artistico PaulDujardin - e' una culla di cultura che ha sempre ispirato gliartisti. Un viaggio a Roma e nelle altre citta' italiane e'stato a lungo un 'must' per pittori, scrittori e scultorieuropei. Oggi invece sono gli artisti italiani che viaggiano inEuropa". Due le mostre che si inaugurano questa sera, Pittura diSiena, Ars Narrandi nell'Europa gotica, che raggruppa oltre 60capolavori di pittori come Duccio e Simone Martini, provenientisoprattutto dalla Pinacoteca Nazionale di Siena ma anche daalcuni musei francesi, e Il lato giallo della socialita',artisti italiani in Europa, che presenta il lavoro di alcuniartisti contemporanei di generazioni diverse, come MichelangeloPistoletto (che e' anche autore dell'opera scelta dallapresidenza italiana per decorare il salone d'ingresso delpalazzo del Consiglio europeo, il Terzo Paradiso), accomunatidal giallo come "simbolo della complessita' dell'identita'italiana" secondo il curatore Nicola Setari, "ma anchedell'impegno sociale, della vivacita' e del mistero". 

La programmazione Focus in Italyprevede anche un'importante pagina teatrale: nelle prossimesettimane il pubblico di Bruxelles potra' assistere a una piecedel Teatro Valle Occupato di Roma, Il Macello Di Giobbe diFausto Paravidino, e, al Theatre National, Le Sorelle Macalusodi Emma Dante, rappresentato l'estate scorsa al festival diAvignone, e ancora lo spettacolo di danza Vita Nova Brusselsdel coreografo Virgilio Sieni, ispirato alle opere della mostrasull'arte gotica a Siena e allestito proprio nelle saledell'esposizione.

Nell'ambito del Festival delle artielettroniche, dal 25 settembre il Bozar ospitera' anche un'installazione luminosa del collettivo Quayola. Per quantoriguarda il cinema, le due rassegne dedicate rispettivamente aClaudia Cardinale e a Luchino Visconti culmineranno, il 6ottobre, nella presentazione della versione restaurata delGattopardo da parte della stessa attrice protagonista. Ilprogramma prevede ancora conferenze di architettura (MartinoTattara di Dogma il 30 settembre e Tobia Scarpa il 21 ottobre)e un nutrito cartellone di concerti: il Requiem Siciliano diBonaventura Rubino cantato dal coro da camera di Namur, il"blues" delle miniere cantato dalla Muntagna Nera eGraindelavoix, il repertorio barocco del soprano CeciliaBartoli, la prima dell'opera del compositore MatteoFranceschini. Il 23 ottobre, Niccolo' Ammaniti, Silvia Avallonee Paolo Giordano rappresenteranno la giovane leva dellaletteratura italiana in un incontro con il pubblico. (AGI)