Sarkozy ritorna alla politica, l'annuncio su Facebook

(AGI) - Parigi - L'ex presidente della Repubblicafrancese, Nicolas Sarkozy, ha ufficializzato il suo rientrosulla scena politica in vista delle presidenziali  [...]

Sarkozy ritorna alla politica, l'annuncio su Facebook

(AGI) - Parigi, 19 set. - L'ex presidente della Repubblicafrancese, Nicolas Sarkozy, ha ufficializzato il suo rientrosulla scena politica in vista delle presidenziali del 2017.L'annuncio e' stato pubblicato sul suo account Facebook e ponefine a mesi di speculazioni sulla stampa. "Sono un candidatoper la presidenza della mia famiglia politica", scrive l'excapo dell'Eliseo nella sua pagina Sarkozy Ump. Sarkozy spiegadi aver raggiunto la sua decisione "al termine di unariflessione profonda". "Ho deciso di proporre ai francesi unanuova strada politica" davanti, ha aggiunto "alla scelta direstare spettatori della situazione in cui si trova la Francia,davanti alla deriva del dibattito politico e alla persistenzadelle ridicole divisioni in seno all'opposizione". Priorita',ha fatto sapere Sarkozy, quella di trasformare l'Ump, di"ribaltarlo radicalmente".

Nel 2012, battuto da FrancoisHollande, Sarkozy aveva fatto sapere che sarebbe diventato daallora in poi "un francese tra i francesi". La nuova formazionepolitica, ha spiegato Sarkozy nel suo lungo intervento suFacebook "sara' rivolta a tutti i francesi, senza alcunospirito partigiano, superando le spaccature tradizionali cheoggi non corrispondono piu' alla realta'". Si trattera', haaggiunto l'ex presidente, "di un vasto raggruppamento dotato diun nuovo progetto, di un nuovo modo di funzionamento adattatoal secolo, il nostro, e di una nuova equipe che portera'l'ambizione di un rinnovamento necessario alla nostra vitapolitica". Nessun riferimento a Hollande nel suo intervento mamolti richiami allo "spettacolo disperato di oggi", alle"prospettive di un isolamento senza speranza" del Paese.

"Dobbiamo fare emergere delle nuove risposte alle inquietudinidei francesi - ha continuato Sarkozy - alle loro domande sulfuturo della Francia". Numerosi gli appelli al "largerassemblement". "Avremo bisogno di tutte le intelligenze, ditutte le energie, di tutte le buone volonta'. Bisogna voltarela pagina delle divisioni e dei rancori in modo che chiunquepossa iscriversi a un progetto, naturale e collettivo". (AGI)