Russia: media, commercianti pronti a congelare prezzi al dettaglio

(AGI) - Mosca - Le principali reti di rivenditori aldettaglio, in Russia, sono disposte a congelare i prezzi deiprodotti ritenuti socialmente  [...]

(AGI) - Mosca, 25 feb. - Le principali reti di rivenditori aldettaglio, in Russia, sono disposte a congelare i prezzi deiprodotti ritenuti socialmente importanti. Lo rivela oggi ilquotidiano Vedomosti, secondo il quale l''Associazione dellesocieta' di vendita al dettaglio' ha proposto al Servizioanti-monopoli (Fas) un progetto di accordo per fissare i prezzidei prodotti socialmente importanti. Stando al giornale, sitratta di un'iniziativa con la quale i commercianti provano adaffrontare l'aumento dei prezzi registrato da questa estate suigeneri alimentari - in seguito alle sanzioni e contro-sanzioniper la crisi ucraina e al crollo del rublo - e la crescentepressione del governo, intenzionato a monitorare il mercato perarginare l'inflazione. Se il Fas approvera' la proposta, i prezzi sarannocongelati per due mesi. Nel progetto di accordo non vi e' unalista ben definita dei prodotti interessati, i quali paresaranno poi stabiliti in modo indipendente da ogni rivenditore.Tra i generi alimentari "socialmente importanti" rientranocarni come pollo, maiale, manzo, agnello, ma anche pescecongelato, latte e alcuni prodotti caseari, zucchero e sale,olio di girasole, alcuni cereali, patate, cavoli, carote emele. Il mese scorso, era stato il governo a parlare di un tettoai prezzi dei generi alimentari essenziali, per fronteggiareun'inflazione che a gennaio ha superato l'11%. (AGI).