Putin, Xi, Obama: i grandi del mondo ad ascoltare il Papa all'Onu

(AGI) - Roma, 25 set. - Con l'intervento di Papa Francesco suambiente, sviluppo sostenibile e difesa degli ultimi si apreoggi la plenaria di tre giorni della 70ma Assemblea generaledell'Onu. A Palazzo di Vetro sono riuniti 160 leader mondiali,peceduti dal lavoro dei delegati che sono gia' riuniti. Aconclusione dei lavori sara' adottato il documento "L'agenda2030 per lo sviluppo sostenibile". Da lunedi' poi i capi diStato e di governo illustreranno la loro agenda. Attenzione particolare sara' dedicata alla crisi siriana:e' previsto un tavolo a tre dei ministri degli Esteri diTurchia, Usa e Russia,

(AGI) - Roma, 25 set. - Con l'intervento di Papa Francesco suambiente, sviluppo sostenibile e difesa degli ultimi si apreoggi la plenaria di tre giorni della 70ma Assemblea generaledell'Onu. A Palazzo di Vetro sono riuniti 160 leader mondiali,peceduti dal lavoro dei delegati che sono gia' riuniti. Aconclusione dei lavori sara' adottato il documento "L'agenda2030 per lo sviluppo sostenibile". Da lunedi' poi i capi diStato e di governo illustreranno la loro agenda. Attenzione particolare sara' dedicata alla crisi siriana:e' previsto un tavolo a tre dei ministri degli Esteri diTurchia, Usa e Russia, ai quali potrebbero aggiungersi in capidiplomatici di Iran e Arabia Saudita. A tal proposito uno deiprotagonisti piu' attesi e' il presidente russo Vladimir Putin,al suo primo intervento in 10 anni. Il capo del Cremlino hamolte carte da giocare, dopo la mossa degli aiuti al regime diAssad contro l'Isis, potrebbe vestire il doppio ruolo dimediatore nel conflitto siriano e alleato contro i jihadisti,facendo scivolare in secondo piano la crisi ucraina, che lo haallontanato dall'Occidente. Confermato l'incontro con Barack Obama. Il presidenteamericano arriva a New York dopo l'apertura di due nuove paginedi storia con Iran e Cuba, e deciso a spingere per un accordosui cambiamenti climatici. Tra i leader che arrivano a palazzodi vetro in posizione di forza c'e' sicuramente il presidenteiraniano hassa Rohani, che, incassata la storica intesa sulnucleare, potrebbe giocarsi carte importanti nel conflittosiriano. Spicca invece l'assenza del premier britannico DavidCameron, mentre il presidente cinese Xi Jinping e' al suo primodiscorso all'Assemblea. Il premier israeliano BenjaminNetanyahu cerchera' di rilanciare la soluzione dei due Stati esottolineera' ancora una volta la minaccia terroristicaglobale. L'intervento di Matteo Renzi sara' incentrato sullauguaglianza. I migranti e le guerre che scatenano l'ondata diprofughi saranno sicuramente temi degli interventi dei leadereuropei. (AGI).