La squadra di Von der Leyen. Chi sono i nuovi commissari europei

Otto conferme e 19 nuovi arrivi, tra cui l'italiano Paolo Gentiloni agli Affari Economici per l'esecutivo più rosa della storia europea

nuovi commissari ue commissione von der leyeb

Una Commissione europea a 27 senza il Regno Unito, per la prima volta guidata da una donna e con un numero record di commissari donne (12). Otto conferme e 19 nuovi arrivi. Approvato dal Parlamento europeo, il nuovo esecutivo comunitario guidato da Ursula von der Leyen, dopo un via libera formale del Consiglio, si insediera' ufficialmente domenica 1 dicembre.



Una panoramica dei portafogli e dei commissari della nuova squadra:

Clima

È una delle priorità della nuova Commissione. A guidare la squadra che si occuperà del dossier è l'olandese Frans Timmermans (S&D), 58 anni, primo vicepresidente della Commissione uscente, e responsabile del "Green Deal europeo". Ex ministro degli Esteri de l'Aia, poliglotta, Timmermans è uno dei tre vicepresidenti esecutivi, insieme a Margrethe Vestager e Valdis Dombrovskis.

Concorrenza e digitale

Saranno i dossier in carico alla la 51enne danese Margrethe Vestager (RE) già commissaria alla Concorrenza, ruolo che l'ha portata fronteggiare i colossi dell'industria mondiale e del digitale: dai giganti della Silicon Valley al divieto di fusione tra Siemens e Alstom. La sua posizione viene rafforzata con un campo d'azione esteso al digitale, un altro progetto chiave della nuova Commissione. 

Servizi finanziari

Il lettone Valdis Dombrovskis (PPE), 48 anni, vicepresidente della Commissione uscente, di cui era responsabile dell'euro, supervisionerà in particolare i lavori di approfondimento dell'Unione economica e monetaria e finalizzerà l'Unione bancaria. Coniderato la bestia nera dei paesi del sud e un rigorista sul piano fiscale, Dombrovskis è stato primo ministro lettone dal 2009 al 2013.

Politica estera

Il successore di federica Mogherini sarà lo spagnolo Josep Borrell (S & D), 72 anni. Ex presidente del Parlamento europeo (2004-2007), nominato nel 2018 ministro degli affari esteri di Pedro Sanchez, il catalano anti-indipendentista è stato recentemente molto attivo sul fascicolo venezuelano ed è stato regolarmente critico nei confronti del governo Trump.

Relazioni interistituzionali

Spetteranno allo slovacco Maros Sefcovic (S&D), 53 anni, vicepresidente della Commissione e responsabile energia nell'esecutivo Juncker si occuperaàdelle relazioni con il Parlamento europeo e i parlamenti nazionali.

Valori e trasparenza

È il portafoglio della ceca Vera Jourova (RE): 55 anni, è la commissaria europea uscente per la giustizia, i diritti dei consumatori e l'uguaglianza di genere. Diventa vicepresidente per "Valori e trasparenza" e coordinerà i lavori della Commissione sulle questioni relative allo stato di diritto, in collaborazione con Didier Reynders.

Democrazia e demografia

La croata Dubravka Suica (PPE), 62 anni, è stata sindaco di Dubrovnik dal 2001 al 2009, membro del parlamento croato e parlamentare europeo. A lei il compito di organizzare una conferenza sul futuro dell'Europa voluta da von der Leyen.

Migrazione, sicurezza, istruzione

Il 57enne Margaritis Schinas (PPE) della Grecia ottiene un portafoglio che copre migrazione e asilo, sicurezza e istruzione, il cui titolo è stato riformulato da "Proteggere lo stile di vita europeo" a "promuovere lo stile di vita europeo". Ex deputato di Nuova Democratia al Parlamento europeo, ex portavoce capo della Commissione europea dal 2014, è un ottimo conoscitore della macchina della Commissione.

Bilancio e amministrazione

L'austriaco Johannes Hahn (PPE), 61 anni, è il Commissario uscente per la politica di vicinato e l'allargamento. In precedenza era commissario per la politica regionale e ministro della ricerca e della scienza.

Commercio

Portafoglio assegnato all'irlandese Phil Hogan (PPE), 59 anni, commissario europeo uscente per l'agricoltura. Spetterà a lui gestire lo scontro commerciali con gli Stati Uniti e partecipare alla negoziazione delle future relazioni con il Regno Unito dopo Brexit assieme a Michel Barnier, oggi capo negoziatore Ue.

Innovazione, gioventù e cultura

La bulgara Mariya Gabriel (PPE), 40 anni, è la commissaria europea uscente per l'economia digitale, dove si è distinta per la sua azione contro la disinformazione online.

Occupazione

Il lussemburghese Nicolas Schmit (S & D), 65 anni, è stato Ministro del lavoro, dell'occupazione, dell'economia sociale e di solidarietà e rappresentante permanente dell'Ambasciatore del Lussemburgo presso l'UE (1998-2004).

Economia

Paolo Gentiloni (S & D), 65 anni, ex presidente del Consiglio e ministro degli esteri. Dovrà garantire il rispetto delle norme di bilancio europee da parte degli Stati membri. A lui von der Leyen ha affidato la delega di coordinamento delle politiche europee per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall'agenda 2030 dell'Onu.

Agricoltura

Janusz Wojciechowski, 64 anni, polacco (Ecr) membro della Corte dei conti europea ed ex presidente della Corte dei conti del suo paese.

Mercato interno

Il francese Thierry Breton, 64 anni, ex CEO del gruppo IT Atos ed ex Ministro dell'economia (2005-2007), ottiene un portafoglio molto pesante, voluto da Emmanuel Macron, che copre il mercato unico e il digitale. Ha sostituito Sylvie Goulard, candidata iniziale di Macron, sotto inchiesta giudiziaria in Francia e bocciata dall'Eurocamera.

Coesione e riforme

Il portafoglio sarà gestito dalla portoghese Elisa Ferreira, 64 anni (S&D), vice governatore della Banca del Portogallo, è ex ministro dell'ambiente e dello sviluppo regionale, ex deputato al Parlamento europeo.

Salute

La cipriota Stella Kyriakides (PPE), 63 anni, è parlamentare dal 2006. Psicologa, impegnata nella prevenzione e nella lotta al cancro, è stata anche presidente dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (2017-2018).

Giustizia

Il 61enne ministro degli Esteri belga Didier Reynders (Renew Europe, Liberal) è un pilastro della scena politica nel suo paese. Aveva fallito a giugno come segretario generale del Consiglio d'Europa.

Uguaglianza

La maltese Helena Dalli (S & D), 57 anni, è stata ministro per gli affari europei e l'uguaglianza, il dialogo sociale e le libertà civili. Parlamentare dal 1996.

Affari interni

Se ne occuperà la svedese Ylva Johansson (S & D), 55 anni, è stata piu' volte ministro, dell' occupazione, dell'istruzione e degli affari sociali.

Gestione delle crisi

Lo sloveno Janez Lenarcic (indipendente), 52 anni, rappresentante permanente dell'ambasciatore del suo paese presso l'UE, era segretario di Stato per gli affari europei.

Trasporti

La rumena Adina-Ioana Valean, 51 (PPE), è stata nominata dopo che la candidata di Bucarest, Rovana Plumb (S & D) non è riuscita a passare l'esame delle audizioni in Parlamento a causa di un conflitto di interessi.

Vicinanza e allargamento

L'ungherese Oliver Varhelyi, 47 anni (PPE), ambasciatore del suo paese presso l'UE, ottiene il portafoglio dell'allargamento, dopo che il primo candidato di Viktor Orban, Laszlo Trocsanyi, è stato respinto dai deputati nella prima fase del processo di conferma in Parlamento. Ha promesso che "non sarà l'uomo di Orban in Europa".

Partenariato internazionale

La finlandese Jutta Urpilainen (S & D), 44 anni, è stata Ministro delle finanze e Vice Primo Ministro (2011-2014). Durante la crisi della zona euro, si è distinta per una linea dura contro la Grecia e la Spagna.

Energia

L'estone Kadri Simson (Renew Europe), 42 anni, è stato ministro degli affari economici e delle infrastrutture (novembre 2016 - aprile 2019).

Ambiente, oceani e pesca

Il lituano Virginijus Sinkevicius, 29 anni, è il membro più giovane della nuova Commissione. Eletto al Parlamento lituano nel 2016 (Unione dei contadini e dei verdi che siede in Parlamento nel gruppo Verdi / ALE), è stato nominato l'anno successivo Ministro dell'Economia, diventando il membro più giovane di un governo lituano.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it