Esercitazioni e controesercitazioni a Taiwan

Esercitazioni e controesercitazioni a Taiwan

Sesto giorno di manovre per le truppe cinesi e anche Taipei ha svolto simulazioni militari difensive usando proiettili d'artiglieria veri: "Pechino prepara l'invasione"

Esercito cinese annuncia sesto giorno esercitazioni Taiwan

© SAM YEH / AFP - Esercitazione dell'artiglieria di Taiwan

AGI - L'esercito cinese ha annunciato che, per il sesto giorno consecutivo, proseguirà le manovre militari intorno a Taiwan iniziate come rappresaglia per la visita nell'isola della presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi.

In una dichiarazione pubblicata sul social network Weibo, l'Esercito popolare di liberazione, nome ufficiale delle forze armate cinesi, ha indicato che "continuerà a organizzare manovre congiunte orientate al combattimento via mare e via aerea", concentrandosi su "operazioni di contenimento e sicurezza congiunta”.

Le manovre iniziate giovedì scorso da Pechino, con esercitazioni a fuoco vivo e lanci di missili a lungo raggio, sono state definite "irresponsabili" da Taiwan, che oggi ha organizzato una 'contro-esercitazione' per difendere l'isola da un possibile attacco cinese.

"Pechino prepara l'invasione"

La Cina sta usando le esercitazioni aeree e marittime intorno a Taiwan per prepararsi a un'invasione e per cambiare lo status quo nella regione. E' l'accusa del ministro degli Esteri di Taiwan, Joseph Wu. "La vera intenzione della Cina è alterare lo status quo nello Stretto di Taiwan e nell'intera regione", ha aggiunto il ministro.

Le manovre di Taipei

L'esercito di Taiwan ha iniziato un'esercitazione di artiglieria con proiettili veri, simulando una difesa dell'isola contro un attacco, dopo giorni di massicce esercitazioni militari cinesi. Lo ha rilevato un giornalista della France Press sul posto. Lou Woei-jye, portavoce dell'Ottavo Corpo d'armata, ha confermato che le esercitazioni sono iniziate nella contea meridionale di Pingtung poco dopo le 2.40 ora italiana per durare poco meno di un'ora.

Le esercitazioni di Taipei, in programma anche giovedì, prevedono il dispiegamento di centinaia di truppe e circa 40 obici, hanno riferito fonti militari. Lou ha assicurato che le esercitazioni erano già programmate e non sono una risposta risposta alle manovre militari cinesi.

L'isola organizza regolarmente esercitazioni militari che simulano un'invasione cinese e il mese scorso ha eseguito manovre di difesa contro gli attacchi dal mare.