Un'auto contro la folla a La Louvière, in Belgio. Almeno 6 morti 

Un'auto contro la folla a La Louvière, in Belgio. Almeno 6 morti 

Le persone erano assiepate per una manifestazione popolare legata al carnevale. Ci sono anche 12 feriti gravi secondo le prime rilevazioni della stampa belga. Le due persone presenti nel mezzo sono state arrestate

auto belgio folla morti feriti gravi

©  Afp - La Louviere, auto contro folla

Un'auto ha travolto una folla di persone assiepata per una manifestazione popolare legata al carnevale questa mattina alle 5 a Stre'py-Bracquegnies, villaggio La Louviere in Vallonia, nel Belgio. Due le persone arrestate dalla polizia.

Dopo la prima notizia di 4 decessi, è salito ora a 6 il bilancio delle vittime del dramma che all'alba ha colpito la cittadina della Vallonia belga. L'auto che viaggiava a gran velocità ha investito una folla che seguiva i festeggiamenti, secondo quanto riporta la stampa belga.

Oltre ai sei morti, si contano una decina di feriti gravi e una ventina più lievi. L'auto che ha provocato il disastro è stata intercettata dopo un inseguimento della polizia; non sono ancora state rese note le ipotesi sulle cause dell'accaduto, ma gli investigatori sono in contatto anche con la procura antiterrorismo anche se non ci si orienta verso quella pista.

I due fermi, rispettivamente di 32 e 34 anni, erano sull'auto che ha travolto una folla composta da decine di persone nella fase della "raccolta delle maschere", alle cinque del mattino. L'arresto è arrivato dopo un inseguimento e gli inquirenti stanno cercando di ricostruire quanto è accaduto ma la pista terroristica, spiega il sindaco, "in questa fase delle indagini non e' quella privilegiata".

Le parole del primo cittadino di La Louviere

"Una catastrofe". Jacques Gobert, sindaco della cittadina che si trova a un'ora circa da Bruxelles, interrompe a più riprese la conferenza stampa, visibilmente provato da quanto accaduto. L'auto che ha investito una folla di un centinaio di persone impegnate in quella fase dei festeggiamenti che si chiama "ramassage des Gilles", ovvero la raccolta di porta in porta delle maschere del Carnevale.

Il re del Belgio Philippe e il premier Alexander De Croo saranno oggi pomeriggio sul luogo per incontrare le famiglie delle vittime, secondo quanto ha reso noto l'ufficio del primo ministro.

I festeggiamenti del Carnevale, con sfilate di pupazzi giganti e maschere tradizionali, sono molto partecipati in questa zona francofona del Belgio, dove proseguono anche nelle settimane successive alle date del Carnevale vero e proprio.

L'appuntamento di quest'anno era il primo post-Covid e quindi particolarmente atteso. Il sindaco ha invitato gli organizzatori del Carnevale di Strepy-Bracquegnies a interrompere i festeggiamenti, che sarebbero proseguiti anche oggi.