Il Regno Unito accusa la Russia di voler insediare un leader filorusso in Ucraina  

Il Regno Unito accusa la Russia di voler insediare un leader filorusso in Ucraina  

Mosca ha respinto come "assurdita'" le accuse di Londra, mentre gli Stati Uniti valutano le accuse britanniche "profondamente preoccupanti"

ucraina regno unito accusa russia di voler insediare leader filorusso 

© EYEPRESS NEWS / AFP 
- Esercitazione dei soldati Ucraini 

AGI - Il Regno Unito sostiene di avere informazioni secondo cui Mosca punta a insediare un leader filo-russo a Kiev: l'accusa arriva dal ministero degli Affari esteri britannico.

L'ex vice ucraino Yevhen Murayev è un potenziale candidato, secondo il Foreign Office, il qualche ricorda come i servizi di intelligence russi abbiano legami con molti ex politici ucraini.

Tra gli altri alleati di Mosca Serguiï Arbouzov (primo vice-premier ucraino dal 2012 al 2014, poi primo ministro ad interim), Andriï Klouïev (che ha guidato l'amministrazione presidenziale dell'ex capo di Stato ucraino Viktor Yanukovych), Volodymyr Sivkovytch (ex vice segretario del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale ucraino) o anche Mykola Azarov (primo ministro ucraino dal 2010 al 2014). 

Usa "molto preoccupati" per accuse Londra a Mosca

Gli Stati Uniti valutano le accuse britanniche secondo cui Mosca sta cercando di insediare un leader filo-russo in Ucraina, "profondamente preoccupanti", ha affermato sabato la Casa Bianca in risposta a una dichiarazione del ministero degli Esteri. "Questo tipo di manovra è profondamente preoccupante. Il popolo ucraino ha il diritto sovrano di determinare il proprio futuro e noi siamo con i nostri partner democraticamente eletti in Ucraina", ha affermato la portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale, Emily Horne. 

Mosca a Londra, "La smetta di diffondere assurdita'"

Mosca ha respinto come "assurdita'" le accuse di Londra secondo cui la Russia sta cercando di insediare un leader filo-russo in Ucraina. "Chiediamo al ministero degli Esteri di smetterla di diffondere sciocchezze", ha twittato il ministero degli Esteri russo.