I ribelli Huthi dello Yemen mincciano "attacchi in alcuni Paesi aggressori"

I ribelli Huthi dello Yemen mincciano "attacchi in alcuni Paesi aggressori"

L'annuncio dopo le sanzioni annunciate dagli Usa contro due capi delle milizie filoiraniane

yemen huthi annunciano attacchi inattesi dopo sanzioni usa

© MOHAMMED HUWAIS / AFP 
- Yemen: miliziani Huthi

AGI - I ribelli Huthi, che combattono una coalizione lealista a guida saudita in Yemen, hanno annunciato "attacchi inattesi in alcuni Paesi aggressori" in seguito alle sanzioni annunciate dagli Stati Uniti contro due capi delle milizie filoiraniane.

"Le sanzioni non spaventano i mujaheddin", ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Rivoluzionario Supremo dei ribelli, Mohammed Ali al-Houthi, "se il blocco e l'aggressione continueranno, forse ci saranno attacchi su siti inattesi in alcuni Paesi aggressori". 

Dopo che Washington aveva rimosso gli Huthi dalla lista delle organizzazioni terroriste e revocato il sostegno alle operazioni militari della coalizione lealista, i ribelli hanno moltiplicato gli attacchi con missili e droni a obiettivi sul territorio saudita, in particolare contro aeroporti e infrastrutture petrolifere. 

L'inviato speciale degli Usa per lo Yemen, Martin Griffiths, ha chiesto agli Huthi di fermare la loro offensiva contro Marib, ultima roccaforte lealista nel Nord Ovest del Paese, e ha dichiarato che un accordo per il cessate il fuoco "è ancora decisamente possibile".