La variante indiana alle porte delle Alpi, un caso in Svizzera

La variante indiana alle porte delle Alpi, un caso in Svizzera

In India è emersa una nuova mutazione nel virus, anzi una tripla mutazione, ovvero tre diversi ceppi del Covid-19 si sono combinati per formare una nuova variante. La Germania ha chiuso i voli da New Delhi

allarme variante indiana covid 

© MAUDE BRULARD / AFP - Covid, un ospedale di New Delhi

AGI - È stato trovato in Svizzera un primo caso della variante di Covid-19 che sta contribuendo all'esplosione dei casi in India: lo hanno reso noto le autorità sanitarie elvetiche. La variante del virus è stata trovata in "un passeggero che stava transitando in un aeroporto", hanno fatto sapere, senza fornire ulteriori dettagli.

In India è emersa una nuova mutazione nel virus, anzi una tripla mutazione, ovvero tre diversi ceppi del Covid-19 si sono combinati per formare una nuova variante. Proprio la nuova variante "doppio mutante", nota come B.1.617, si ritiene all'origine del picco di casi in Stati come il Maharashtra, Delhi e il Bengala occidentale. soltanto negli ultimi tre giorni ci sono stati un milione di contagiati.

Nel frattempo il sistema sanitario indiano sta cedendo sotto la pressione della una nuova ondata di contagi attribuite in parte proprio a questa variante con una duplice mutazione, E484Q e L425R.

I Paesi sono stati messi in massima allerta e diversi voli dall'India sospesi. Giovedì le autorità belghe hanno reso noto che un gruppo di 20 studenti infermieri indiani arrivati da Parigi erano risultati positivi alla variante. Gli svizzeri nel frattempo stanno discutendo se aggiungere l'India alla sua "lista rossa" dei Paesi ad alto rischio: le persone che arrivano da Paesi inseriti nella lista rossa della Svizzera devono restare in quarantena per 10 giorni.