Sette le persone fermate per l'attacco all'arma bianca a Parigi

Sette le persone fermate per l'attacco all'arma bianca a Parigi

Poco dopo il fatto è stato arrestato anche un cittadino algerino di 33 anni ma quest'ultimo è stato scarcerato poco dopo perché ritenuto estraneo alle vicende

sette persone fermate parigi attacco 

Parigi, attacco arma bianca

AGI - Sono sette le persone arrestate in relazione all'attacco davanti alla ex redazione della rivista satirica Charlie Hebdo a Parigi, in cui sono rimaste ferite due persone a colpi di mannaia. Poco dopo l'attacco, secondo le autorità di matrice terroristica, la polizia ha fermato il principale sospettato, un 18enne pakistano.

Poco dopo è stato arrestato anche un cittadino algerino di 33 anni. Quest'ultimo è stato scarcerato poco dopo. Una fonte giudiziaria ha spiegato che l'uomo, fermato nelle vicinanze del luogo dell'attacco, non ha a che fare con quanto accaduto e su di lui sono cessati i sospetti.

Altre cinque persone - nate tra il 1983 e secondo quanto trapelato di origine pakistana - sono state successivamente fermate durante una perquisizione a nord di Parigi in quella che è considerata l'abitazione del principale sospettato. La stessa fonte ha riferito che è stato fermato nella notte un ex coinquilino del principale sospettato.

Le persone fermate sono sette: il principale sospettato, un 18enne pakistano che ha "riconosciuto i fatti"; cinque persone - nate tra il 1983 e secondo quanto trapelato di origine pakistana - durante una perquisizione a nord di Parigi in quella che è considerata l'abitazione del 18enne e il suo ex coinquilino.