Lockdown e coprifuoco Melbourne e il Victoria stop per 6 settimane

Lockdown e coprifuoco Melbourne e il Victoria stop per 6 settimane

Il premier Daniel Andrews, ancora un lockdown per arginare la nuova ondata di pandemia

Coronavirus Australia coprifuoco Melbourne

© WILLIAM WEST / AFP
- Il premier dello Stato australiano di Victoria, Daniel Andrews, annuncia il nuovo lockdown e il coprifuoco a Melbourne e nel resto dello Stato

AGI - Lo Stato australiano del Victoria va di nuovo in lockdown e Melbourne, la seconda città australiana, sarà sottoposta a coprifuoco dalle 20 alle 5.

Il premier Daniel Andrews ha annunciato la chiusura delle attività non essenziali per la durata di sei settimane fino almeno a domenica 13 settembre, per fronteggiare la ripresa dell'epidemia di Covid-19. 

Il premier Daniel Andrews ha annunciato "dalle 18 di stasera, Victoria entrerà in uno stato di calamità.  Abbiamo usato questa stessa disposizione durante l'estate, e mentre intensifichiamo la nostra lotta contro questo incendio della sanità pubblica, dobbiamo usarla di nuovo.

"Dalle 18 di stasera, Melbourne passerà anche alla fase 4 con regole più severe per limitare la circolazione delle persone - e limitare la diffusione di questo virus nella nostra città.

 Questo include un coprifuoco - dalle 20 alle 5 del mattino - a partire da stasera. Le uniche ragioni per uscire di casa durante queste ore saranno il lavoro, le cure mediche e l'assistenza. 

 

 

 

Dove avete dormito la scorsa notte è dove dovrete rimanere per le prossime sei settimane. Ci saranno esenzioni per i partner che vivono separati e per il lavoro, se necessario. 

La rete notturna sarà sospesa e i servizi di trasporto pubblico saranno ridotti durante le ore di coprifuoco.  L'esercizio fisico sarà limitato a un massimo di un'ora al giorno e non più di cinque chilometri da casa. La dimensione del gruppo sarà limitata a un massimo di due persone - voi e un'altra persona - che viviate con loro o meno.

Gli acquisti saranno limitati a una persona per famiglia al giorno. Anche in questo caso si applicherà la regola dei cinque chilometri. Naturalmente, ci saranno alcune eccezioni di buon senso. Se il supermercato più vicino a voi si trova a più di cinque chilometri, potete comunque fare acquisti lì.

Se siete genitori con bambini piccoli, potete comunque portarli con voi quando andate a fare una passeggiata. E questi limiti di distanza, di raduno e di tempo non valgono per motivi di lavoro, di cure mediche o di compassione".