Da Taiwan pieno appoggio ai 'ribelli' di Hong Kong

Da Taiwan pieno appoggio ai 'ribelli' di Hong Kong

La nuova legge cinese violerebbe l'autonomia dell'ex colonia che potrebbe perdere i privilegi nel commercio mondiale

Hong Kong Taiwan proteste

La presidente di Taiwan Tsai Ing-wen

La presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen, assicura il "massimo sostegno" ai manifestanti pro-democrazia di Hong Kong, all'indomani delle proteste contro la legge sulla sicurezza nazionale nell'ex colonia britannica, e assicura unità con i partner dell'isola nella solidarietà all'ex colonia britannica, in quello che appare un riferimento agli Stati Uniti.

"A tutti coloro che a Hong Kong stanno combattendo per i valori che avete più cari, voglio dire che Taiwan ha sempre dato il massimo sostegno e interesse", scrive Tsai su Twitter. "Il nostro governo guarda con attenzione gli sviluppi e reagisce con cautela per assicurare pienamente la nostra sicurezza e gli interessi nazionali".

Taiwan, secondo funzionari citati in forma anonima dall'agenzia Reuters, potrebbe decidere di revocare lo status speciale conferito a Hong Kong, in seguito all'approvazione della legge, che prevede un programma di investimenti e immigrazione che ha attratto decine di migliaia di arrivi sull'isola da Hong Kong.

Una mossa simile è in fase di valutazione anche da parte degli Stati Uniti, che potrebbero revocare lo status speciale conferito a Hong Kong in virtù di una legge approvata lo scorso anno sui diritti e la democrazia nell'ex colonia, oggi Regione Amministrativa Speciale cinese.

Il tweet di Tsai è accompagnato da una foto della presidente a fianco della quale compare il messaggio: "in questo momento critico, ci uniamo con tutti i nostri partner nella democrazia per essere solidali con Hong Kong".