Mosca agli Usa "Reagiremo ad armi pesanti ai confini"

(AGI) - Mosca, 15 giu. - La Russia "non avra' altra scelta" senon rispondere in modo "adeguato" al dispiegamento di armipesanti, carri armati e artiglieria da parte degli Usa e deiPaesi Nato sul territorio dell'Europa orientale e nei Baltici.L'avvertimento e' dell'ispettore generale del ministero dellaDifesa russo, il generale Yuri Yakubov. "Si tratterebbe dellamisura piu' aggressiva del Pentagono e della Nato dai tempidella Guerra Fredda", ha detto il generale, secondo il qualealla Russia "non rimarrebbe altra scelta che espandere leproprie forze e mezzi nella direzione strategica occidentale". A suo dire, in caso

(AGI) - Mosca, 15 giu. - La Russia "non avra' altra scelta" senon rispondere in modo "adeguato" al dispiegamento di armipesanti, carri armati e artiglieria da parte degli Usa e deiPaesi Nato sul territorio dell'Europa orientale e nei Baltici.L'avvertimento e' dell'ispettore generale del ministero dellaDifesa russo, il generale Yuri Yakubov. "Si tratterebbe dellamisura piu' aggressiva del Pentagono e della Nato dai tempidella Guerra Fredda", ha detto il generale, secondo il qualealla Russia "non rimarrebbe altra scelta che espandere leproprie forze e mezzi nella direzione strategica occidentale". A suo dire, in caso carri armati e artiglieria americanafacessero la loro comparsa in Europa orientale, Mosca comeprima cosa rafforzerebbe la presenza di truppe su tutto ilperimetro occidentale della frontiera, comprese le unita'corazzate,di artiglieria e di aviazione. Secondo quanto rivelato due giorni fa dal New York Times,il Pentagono sta considerando di inviare armi pesanti nei Paesibaltici, o anche nei confini di altri nuovi membri della Natoin Europa orientale, come Polonia, Romania e forse Ungheria,per rispondere alla linea aggressiva della Russia. .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it