M. O.: Mogherini a Cavusoglu, Turchia eserciti influenza per tregua

(AGI) - Roma, 21 lug. - Il ministro degli Esteri, FedericaMogherini, ha chiesto al ministro degli Affari Europei turco,Mevlut Cavusoglu, che Ankara eserciti "la propria influenza sututti gli attori-chiave" per favorire un superamento delconflitto a Gaza. I due ministri, ha reso noto un comunicatodopo il colloquio alla Farnesina, hanno condiviso "l'esigenzache si arrivi con la massima tempestivita' a uncessate-il-fuoco e si riportino le parti al tavolo negoziale".La Mogherini ha riferito al collega turco della sua recentemissione nella regione. In relazione alla Siria, all'Iraq ealla Libia, i due ministri hanno -

(AGI) - Roma, 21 lug. - Il ministro degli Esteri, FedericaMogherini, ha chiesto al ministro degli Affari Europei turco,Mevlut Cavusoglu, che Ankara eserciti "la propria influenza sututti gli attori-chiave" per favorire un superamento delconflitto a Gaza. I due ministri, ha reso noto un comunicatodopo il colloquio alla Farnesina, hanno condiviso "l'esigenzache si arrivi con la massima tempestivita' a uncessate-il-fuoco e si riportino le parti al tavolo negoziale".La Mogherini ha riferito al collega turco della sua recentemissione nella regione. In relazione alla Siria, all'Iraq ealla Libia, i due ministri hanno - come per Gaza - convenutosull'esigenza che Roma e Ankara esercitino la propria influenzasu tutti gli attori-chiave della regione per elaborare unripensamento generale del quadro mediorientale e mediterraneo eun approccio globale alle problematiche regionali che consental'individuazione di soluzioni sistemiche alle crisi checolpiscono quello scacchiere. Nel colloquio si e' parlato anchedel percorso europeo della Turchia e le priorita' del semestreitaliano di presidenza dell'Ue. Non sono mancati, poi, unapprofondito scambio di informazioni circa alcuni deiprincipali dossier mediorientali e, sul piano bilaterale, unriferimento a Expo Milano 2015 e al prossimo verticeintergovernativo. Per quanto concerne l'Europa, il capo delladiplomazia italiana ha sottolineato l'esigenza di far avanzareil percorso della Turchia e ha ribadito la volonta' dell'Italiadi sensibilizzare i partner europei circa i vantaggi chel'adesione di Ankara porterebbe all'Unione Europea, alla stessaTurchia e alla stabilita' dell'intera regione e delle areelimitrofe e ha incoraggiato la Turchia a dare prova di uncostante impegno nel perseguire le riforme necessarie per ilprocesso di adesione. Dal canto suo, il ministro Cavusoglu haribadito l'apprezzamento e il sostegno della Turchia allepriorita' della presidenza italiana, di cui ha lodatol'approccio onnicomprensivo, in particolare per quanto riguardale questioni migratorie e il processo di integrazioneeuro-atlantico dei Balcani occidentali. (AGI).