Un uomo ha accoltellato otto persone su un bus di Lubecca

La polizia non esclude la pista terroristica. Il bilancio è di otto feriti di cui uno verserebbe in gravi condizioni

Un uomo ha accoltellato otto persone su un bus di Lubecca 

Paura a Lubecca, città anseatica nel nord della Germania, al confine con la Danimarca, dove un uomo armato con un coltello da cucina ha ferito su un autobus almeno otto persone, di cui una versa in condizioni gravi. Secondo la testata locale Luebecker Nachrichten, l'autobus era molto affollato e viaggiava verso Travemuende, una popolare spiaggia vicina a Lubecca, quando un uomo ha tirato fuori il coltello, brandendolo contro i passeggeri.

L'autista ha subito fermato il mezzo e permesso ai passeggeri di scappare. "La gente è salata fuori dal bus, urlando. È stato terribile", ha raccontato Lothar H., un testimone che vive vicino alla scena dell'attacco. Una volante della polizia è riuscita ad arrivare velocemente e fermare l'aggressore, che sarebbe un iraniano, sui 30 anni e di cui non e' stata ancora resa pubblica l'identità. La polizia ha avviato una vasta operazione per stabilire i contorni di quanto accaduto. 

"Non escludiamo niente, nemmeno un attacco terroristico": così il procuratore capo Ulla Hingst ha commentato a Bild sul possibile movente che ha spinto un uomo ad aggredire con un coltello i passeggeri. Al momento non ci sono morti ma solo dei feriti, uno di questi però, conferma il magistrato, verserebbe in gravi condizioni. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it