Isis: Nyt, 30. 000 "foreign fighters" in Siria ed Iraq dal 2011

(AGI) - New York, 27 set. - Dal 2011, quando a marzo scoppio'la guerra civile in Siria, sono quasi 30.000 i cosiddetti"foreign fighters" che hanno raggiunto i due Paesi, la maggiorparte per unirsi ad Isis. E' quanto rivela il New York Times aproposito dell'organizzazione terroristica n.1 al mondo che conscarsa perspicacia - o forse tratto in errore, come da ultimo,dai rapporti dei militari del Centcom - a gennaio del 2014Barack Obama aveva definito con una battuta improvvida: "Leriserve giovanili di una una squadra di basket". Secondo il Nyt nel totale si debbono

(AGI) - New York, 27 set. - Dal 2011, quando a marzo scoppio'la guerra civile in Siria, sono quasi 30.000 i cosiddetti"foreign fighters" che hanno raggiunto i due Paesi, la maggiorparte per unirsi ad Isis. E' quanto rivela il New York Times aproposito dell'organizzazione terroristica n.1 al mondo che conscarsa perspicacia - o forse tratto in errore, come da ultimo,dai rapporti dei militari del Centcom - a gennaio del 2014Barack Obama aveva definito con una battuta improvvida: "Leriserve giovanili di una una squadra di basket". Secondo il Nyt nel totale si debbono includere almeno 250americani, il doppio rispetto allo scorso anno, secondo fontianonime "dell'intelligence e della sicurezza" americanaNelle ultime settimane sono emerse accuse da parte degli 007sul capo che hanno denunciato come il Centcom (il comando delPentagono responsabile anche delle operazioni Iraq e Siria) perfarsi bello davanti a Obama abbia alterato i loro rapporti per'dimostrare' alla Casa Bianca come i loro risultati contro Isissiano molto migliori rispetto alla realta'. Obama, che lunedi' incontrera' a margine dell'assembela Onua New York, Vladimir Putin che in Siria a differenza degliamericani ha schierato truppe sul terreno ( i "boots on theground" di cui il presidente americano non vuole neanchesentire parlare), il giorno dopo presiedera' un summit deileader delle nazioni che compongono la coalizione a guida Usacontro Isis in SIria ed Iraq. E sempre martedi un rapporto del Congresso illustrera' unosconfortante rapporto, suggerendo che dopo un anno di raidaerei (dall'8 agosto 2014 in Iraq e dal 23 settembre in Siria)il reclutamento di combattenti stranieri non e' statorallentato. Per non parlare delle capacita' di IsisA cio' si aggiungera' l'impietosa analisi del fallimento totaledalla campagna da 500 milioni di dollari l'anno del Pentagonoper addestrare i cosiddetti 5.400 combattenti siriani moderatianti-Assad all'anno. Di questi i soli primi 54 che gliamericani sono riusciti a trovare (l'un per cento ripettoall'obiettivo di 5.400) e ad addestrare, apopena schierati sulterreno a giungo sono stati eliminati ed i sopravvissuti sisono arresi ai qaedisti del fronte Jubath al Nusra - rivali diIsis m,a non meno pericolosi - e i successivi 70 (sempre su5.400 previsti), e' emerso sabato, non solo si sono arresi mahanno consegnato sempre ad al Nusra le loro armi ed il loroequipaggiamento. (AGI) .