Grecia: Ue, c'e' molto da fare. Tsipras, Fmi rigido, manca volonta'

(AGI) - Atene, 24 giu. - "Non ci siamo ancora, resta moltolavoro da fare" nei negoziati tra la Grecia e i suoi creditori.Il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, gelal'ottimismo di queste or sull'accordo, dato per imminente, traAtene e i suoi creditori. Secondo i funzionari Ue, comunque, inegoziati tra la Grecia e i creditori internazionali non sisono interrotti e le trattative proseguono: la riunione deinumero uno delle istituzioni Ue e del Fmi con il premier greco,Alexis Tsipras, e' ancora in agenda. Il primo ministro di Ateneha intanto riferito agli alleati di governo che

(AGI) - Atene, 24 giu. - "Non ci siamo ancora, resta moltolavoro da fare" nei negoziati tra la Grecia e i suoi creditori.Il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, gelal'ottimismo di queste or sull'accordo, dato per imminente, traAtene e i suoi creditori. Secondo i funzionari Ue, comunque, inegoziati tra la Grecia e i creditori internazionali non sisono interrotti e le trattative proseguono: la riunione deinumero uno delle istituzioni Ue e del Fmi con il premier greco,Alexis Tsipras, e' ancora in agenda. Il primo ministro di Ateneha intanto riferito agli alleati di governo che i creditoriinternazionali hanno respinto alcune proposte di riformapresentate da Atene per sbloccare gli aiuti necessari edevitare il default. Lo ha detto un funzionario del governoaggiungendo che Tsipras avrebbe criticato la mancanza divolonta' di raggiungere un accordo. "La non approvazione dellemisure compensative non e' mai accaduta prima. Ne' in Irlandane' in Portogallo, in nessun posto", avrebbe detto Tsiprassecondo quanto riferito dal funzionario. "Questo atteggiamentopuo' solo significare due cose: o non vogliono l'accordo o sonoal servizio di interessi specifici in Grecia" Tsipras sisarebbe lamentato in particolare della posizione rigida delFondo monetario internazionale. In particolare i creditori nonaccettano alcune proposte sul congelamento del debito. .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it