In Grecia è l'inferno. Gli incendi hanno già ucciso 50 persone

I feriti sono 156 nei roghi che devastano soprattutto intorno alla località balneare di Mati, 40 chilometri a nord-est di Atene

Grecia incendi morti
Menelaos Myrillas / SOOC
 
 Un incendio a Penteli, in Grecia

Gli incendi nelle grandi pinete attorno ad Atene fanno strage: sono 50 finora i morti accertati nei roghi che stanno devastando l'Attica. I feriti sono 156. Il bilancio è ancora provvisorio, mentre le fiamme continuano a bruciare senza che i pompieri riescano a domarle. E nuovi incendi sono divampati nella notte in altre regioni della Grecia. Il maggior numero di vittime si conta nei dintorni della località balneare di Mati, a 40 chilometri a nord-est di Atene.

Secondo la Protezione civile, ci potrebbero essere ulteriori vittime. La zona critica, dove sono stati rinvenuti i corpi, è tra il porto di Rafina, a 30 chilometri da Atene, e Nea Makri, dieci chilometri più a nord. Migliaia di abitanti dell'Attica orientale sono fuggiti sulle spiagge o sono saliti su imbarcazioni per sfuggire alle fiamme.

Cinque persone che si erano gettate in mare per sfuggire agli incendi che li avevano circondati proprio nei pressi di Rafina sono state salvate da una nave traghetto. Lo ha detto alla tv greca SKAI TV il comandante dalla nave. Tutte le cinque persone portate in salvo sono greche. La stessa tv ha riferito che navi militari sono state dislocate lungo le coste delle zone colpite da incendi, per evacuare via mare la gente intrappolata dai roghi. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it