Grecia: fuga dalle banche, Tsipras crede nell'accordo

(AGI) - Roma, 19 giu. - Corsa contro il tempo per trovare unasoluzione alla crisi greca: il premier, Alexis Tsipras e'ottimista e sicuro

Grecia: fuga dalle banche, Tsipras crede nell'accordo

(AGI) - Roma, 19 giu. - Corsa contro il tempo per trovare unasoluzione alla crisi greca: il premier, Alexis Tsipras e'ottimista e sicuro che al programmato vertice dei capi di statoe di governo dell'Eurozona di lunedi' ci sara' un accordo checonsentita' al paese di tornare a crescere.

"Il summit dilunedi' - dice - e' uno sviluppo positivo che va in direzionedell'intesa. Tutti quelli che hanno scommesso sulla crisi e suuno scenario di terrore dovranno riconoscersi in errore. Cisara' una soluzione - aggiunge - basata sul rispetto delleregole Ue della democrazia che consentira' alla Grecia ditornare a crescere".

Tusk: Grecia accetti accordo o sara' defoult

Inoltre, riferiscono funzionari Ue, iministri delle Finanze della zona euro discuteranno la gestionedi un default della Grecia in caso di mancato accordo con icreditori. Ma intanto nel Paese e' fuga di capitali: nella solagiornata di oggi e' stato ritirato dai deposti bancari oltre unmiliardo di euro. Secondo tre fonti bancarie, in questasettimana sono usciti dalle banche ben 4,2 miliardi di euro, il2,2% del totale dei depositi bancari del Paese.

Proprio perquesto oggi il direttivo della Bce terra' una riunione inteleconferenza per discutere dell'ampliamento della liquidita'di emergenza per le banche greche (Ela), il cui tetto e' statoappena innalzato di 1,1 miliardi di euro a 84,1 miliardi. Nonsolo, ma l'Eurotower ha aumentato di 1,8 miliardi di euro laliquidita' di emergenza per le banche greche. Berlino assicurache negoziera' "fino all'ultimo minuto" ma Atene devepresentare le riforme.

Secondo Peter Altmaier, il capo dellostaff del cancelliere Angela Merkel, la Grecia deve rispettaregli impegni "come hanno fatto altri paesi come Spagna,Portogallo e Irlanda". "Peccato per il mancato accordo di ieriall'Eurogruppo, ma non e' troppo tardi per un'intesa e ciauguriamo che un accordo sia possibile", fa sapere SteffenSeibert, portavoce della Merkel.

Secondo il ministrodell'Economia, Pier Carlo Padoan, il fatto stesso che sia statoconvocato un vertice dell'Eurozona e' la prova "che ci sonomargini per un'intesa". Se si verifichera' la non auspicata e"molto lontana" ipotesi di un'uscita della Grecia dall'Euro, "imercati finanziari ne risentirebbero" e Padoan non sistupirebbe "se ci fossero variazioni dei rendimenti e deglispread". (AGI)



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it