Francia: brutto colpo per Sarkozy, 4 arresti per le frodi a Ump

(AGI) - Parigi, 29 set. - Quattro arresti in Francia per loscandalo Bygmalion, la societa' di eventi e comunicazionicoinvolta in una frode con fatture false per almeno 11 milionidi euro dal partito di centrodestra Ump. Gli arresti, checomprendono l'ex ad di Bygmalion, Bastien Millot, rischiano digettare un'ombra sulla candidatura alle primarie per l'Eliseoappena annunciata da Nicolas Sarkozy. Anche se l'ex presidentefrancese ha sempre negato di essere a conoscenza diirregolarita', infatti, la Bygmalion curo' la campagnaelettorale in cui gli sfuggi' la rielezione, nel 2012, e sisospetta che le false fatturazioni servissero

(AGI) - Parigi, 29 set. - Quattro arresti in Francia per loscandalo Bygmalion, la societa' di eventi e comunicazionicoinvolta in una frode con fatture false per almeno 11 milionidi euro dal partito di centrodestra Ump. Gli arresti, checomprendono l'ex ad di Bygmalion, Bastien Millot, rischiano digettare un'ombra sulla candidatura alle primarie per l'Eliseoappena annunciata da Nicolas Sarkozy. Anche se l'ex presidentefrancese ha sempre negato di essere a conoscenza diirregolarita', infatti, la Bygmalion curo' la campagnaelettorale in cui gli sfuggi' la rielezione, nel 2012, e sisospetta che le false fatturazioni servissero per creare fondineri per sostenerne la candidatura. Ora nell'Ump potrebbero crescere i timori che i guaigiudiziari di Sarkozy possano indebolirne un'eventualecandidatura all'Eliseo se vincera' le primarie del 29 novembre.L'ex presidente e' infatti gia' sotto inchiesta per presuntifinanziamenti illegali che avrebbe ricevuto da Muammar Gheddafiper la campagna elettorale del 2007, per sospette irregolarita'nell'arbitrato che nel 2008 frutto' un risarcimento miliardarioall'amico Bernard Tapie e per contratti senza gara d'appaltoper alcuni sondaggi commissionati dall'Eliseo. L'inchiesta sul caso Bygmalion e' partita dal sospetto difalse fatturazioni usate per finanziare i costi della campagnaelettorale dell'Ump che non potevano essere coperti con ifinanziamenti ufficiali. A giugno l'ex direttore della campagnaelettorale di Sarkozy, Jerome Lavrilleux, aveva riferito cheoltre a lui c'erano stati altri quattro esponenti dell'Ump cheavevano concordato di usare le false fatturazioni, ma traquesti non c'era l'ex presidente francese. Secondo alcunefonti, le fatturazioni false avrebbero superato i 17 milioni dieuro, ben piu' degli 11 milioni riconosciuti dalla Bygmalion.(AGI).