Attacco a Facebook. Violati 50 milioni di account

L'azienda fa sapere di aver chiuso la falla e di aver segnalato il problema ai funzionari delle forze dell'ordine. L'infiltrazione degli hacker risale alla settimana scorsa

facebook falla hacker
 (Afp)
 Mark Zuckerberg

Facebook ha comunicato di aver scoperto una falla nella sicurezza che avrebbe consentito ad alcuni hacker di accedere a informazioni personali e dettagli su 50 milioni di account. Lo ha scritto la società in un post sul suo blog ufficiale. Il gruppo ha spiegato che in questi giorni il suo team di ingegneri ha rilevato che degli hacker hanno scoperto una falla nel codice di Facebook che ha programmato la funzione "Visualizza come", ovvero quella che consente agli utenti di vedere come viene visualizzato il proprio profilo dagli altri utenti. Secondo Facebook questa vulnerabilità ha permesso agli hacker di ottenere anche le chiavi di accesso al servizio, quelle che consentono di rimanere connessi senza dover reimmettere la password ad ogni nuovo log-in. 

"Facebook ha risolto la vulnerabilità e ha segnalato il problema ai funzionari delle forze dell'ordine", scrive Repubblica, "più di 90 milioni di utenti sono stati costretti a disconnettersi dai propri account venerdì mattina, una misura di sicurezza comune per gli account compromessi". Facebook ha assicurato "di prendere il problema estremamente sul serio" e di aver adottato "provvedimenti immediati".

"Questo è un problema serio"

Zuckerberg ha spiegato che la violazione è stata scoperta martedì e riparata giovedì sera. "Non sappiamo se alcuni account siano stati effettivamente utilizzati in modo improprio", ha aggiunto, "questo è un problema serio".

Per precauzione, Facebook sta temporaneamente disattivando la funzione 'Visualizza come', quella che consente a un utente di vedere cosa vede del suo profilo un altro utente, in base alle sue impostazioni di privacy. 
"Affrontiamo attacchi costanti da parte di persone che vogliono impossessarsi di account o rubare informazioni in tutto il mondo", ha detto Zuckerberg sulla sua pagina Facebook. "Anche se sono contento di aver trovato, risolto la vulnerabilità e messo al sicuro gli account che potrebbero essere a rischio, la realtà è che dobbiamo continuare a sviluppare nuovi strumenti per evitare che ciò accada", ha aggiunto.

Facebook ha affermato inoltre di aver preso un ulteriore "provvedimento precauzionale" per reimpostare le credenziali di accesso di altri 40 milioni di account in cui è stata utilizzata la funzionalità vulnerabile. Questo comporterà agli utenti di accedere nuovamente a Facebook. "Prendiamo il problema incredibilmente sul serio e vogliamo far sapere a tutti cosa è successo e le azioni immediate che abbiamo intrapreso per proteggere la sicurezza delle persone", ha affermato il vice presidente del product management, Guy Rosen, "la privacy e la sicurezza delle persone sono incredibilmente importanti e ci dispiace che ciò sia accaduto".

Dopo le incomprensioni con l'industria dei media, le accuse di non fare abbastanza contro le bufale e il caso Cambridge Analytica, si tratta di una nuova battuta d'arresto - la cui gravità rimane ancora da definire - per il social network leader nel mondo e per i suoi oltre 2 miliardi di utenti. Sulla scia della notizia, il titolo ha accusato un calo in Borsa superiore al 3%.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it