Cina: Pechino 'irride' Washingon, "Usa benvenuti in AIIB"

(AGI) - Berlino, 19 mar. - La Cina sta cogliendo l'occasionedell'inatteso successo di adesione al suo progetto di 'BancaMondiale cinese', la Aiib (Asian Infrastructure InvestmentBank), osteggiato dagli Usa, per divertirsi alle spalle diWashington. Dopo la notizia che Gran Bretagna, Italia, Francia eGermania, per citare solo gli alleati principali dell'Americain Europa, hanno aderito al progetto, il vice ministro dellefinanze Shi Yaobin ha detto al quotidiano economico-finanziariotedesco Handelsblatt che "gli Usa sarebbero i benvenuti se siunissero alla Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB)",considerata dall'amministrazione Obama una rivale sia dellaBanca Mondiale di Washington

(AGI) - Berlino, 19 mar. - La Cina sta cogliendo l'occasionedell'inatteso successo di adesione al suo progetto di 'BancaMondiale cinese', la Aiib (Asian Infrastructure InvestmentBank), osteggiato dagli Usa, per divertirsi alle spalle diWashington. Dopo la notizia che Gran Bretagna, Italia, Francia eGermania, per citare solo gli alleati principali dell'Americain Europa, hanno aderito al progetto, il vice ministro dellefinanze Shi Yaobin ha detto al quotidiano economico-finanziariotedesco Handelsblatt che "gli Usa sarebbero i benvenuti se siunissero alla Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB)",considerata dall'amministrazione Obama una rivale sia dellaBanca Mondiale di Washington che della Asian Developmente Bank,di cui i principali azionisti sono Usa e Giappone. Shi ha definito del tutto ingiustificata l'ostilita' Usa alprogetto: "La AIIB non competera' con la Banca Mondiale mapiuttosto giochera' un ruolo di sostegno per altre istituzioniinternazionali". Gli Usa non hanno nascosto la loro irritazioneper l'adesione dei partner europei, sostenendo che ogni Paesee' sovrano nelle sue scelte ma che avrebbero quanto meno potutoattendere l'inizio delle attivita' dell'AIIB, verificandone ilfunzionamento, prima di entrare a farne parte. Ma gli europei non hanno voluto lasciarsi sfuggirel'occasione di entrare nella AIIB prima del 31 marzo, scadenzafissata dal presidente Xi Jinping, per quanti avessero volutoaderire con lo status di membri fondatori dell'istituzione.(AGI).