È un "presepe di guerra" l'ultima opera di Banksy

L'artista ha voluto rappresentare una scena di una mangiatoia, posta davanti a blocchi di cemento, perforati da quello che appare come un colpo di mortaio

banksy presepe guerra cicatrice betlemme
AHMAD GHARABLI / AFP
Presepe, Banksy

La scena di una mangiatoia, posta davanti a blocchi di cemento, perforati da quello che appare come un colpo di mortaio: è l'ultima opera di Banksy, apparsa in Cisgiordania. Intitolata "La cicatrice di Betlemme', l'opera è un presepe di guerra: la nativita' (la Madonna, Giuseppe e il Bambin Gesu') sono retroilluminati e poggiati dinanzi a blocchi di cemento, sui quali c'è un foro (che però potrebbe essere anche una stella).

Sulla parete si intravede scritto, in inglese e in francese, 'amore' e 'pace'. L'opera è stata installata al Walled-Off Hotel, l'albergo voluto da Bansky a Betlemme, con vista sul Muro fatto costruito da Israele per separare la citta' palestinese dai territori di Gerusalemme Est. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

. . Scar of Bethlehem. A modified nativity set for the @walledoffhotel

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it