Al Qaeda dichiara guerra a Isis

Ayman al Zawahiri, successore di Osama bin Laden, torna ad attaccare il Califfato e si appella alla comunità musulmana mondiale

Al Qaeda dichiara guerra a Isis
Ayman al Zawahiri (Afp) 

Roma - Il capo di al Qaeda, Ayman al Zawahiri, ha nuovamente condannato i rivali del sedicente Stato islamico (Isis) e ha invitato i combattenti a formare un nuovo "corpo shariatico" con la massima urgenza. Secondo il sito web specializzato nel monitoraggio dei gruppi jihadisti sul web "Site", l'anziano leader egiziano avrebbe dichiarato che l'unione dei combattimenti all'interno di un organismo basato sulla Sharia, la legge islamica, rappresenta una "necessita' urgente". Il messaggio e' contenuto nella quarta parte di un video intitolato "Breve messaggio alla umma", la comunita' dei fedeli musulmani. In un messaggio audio diffuso a luglio, inoltre, al Zawahiri dava il permesso al Fronte al Nusra di sganciarsi dall'internazionale di al Qaeda, per formare il fronte Jhabat Fatal al Sham, considerato ora come 'buono' dagli Usa. L'audio originale e' stato registrato nei mesi precedenti e poi diffuso per stralci nei mesi successivi. Il leader di al Nusra, Abu Mohammed al Golani, e' recentemente apparso in un video ripreso dall'emittente panaraba "Al Jazeera" per spiegare che il gruppo militante siriano si e' sciolto per riformarsi con il nome di "Fronte per la conquista del Levante". (AGI)