Zambia: manager cinesi sotto processo per aver ucciso 13 minatori

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Pechino, 05 gen - Un tribunale dello Zambia ha emesso un ordine di arresto per Xiao Li Shan and Wu Jiu Hua, due manager cinesi di un giacimento carbonifero (collumn Coal Mine) nel distretto di Sinazongwe che, presi dal panico in occasione di uno sciopero di minatori che protestavano per salari e condizioni di lavoro, hanno sparato sui dimostranti uccidendone almeno sette. Sottoposti a processo e sottratti all'arresto grazie alle garanzie rilasciata dall'ambasciata cinese a Lusaka, non si sono presentati alla prima udienza. In novembre, la societa' cinese proprietaria del giacimento aveva offerto 80mila dollari per sottrarre i suoi manager al giudizio. Il trattamento inflitto ai minatori e ad altri lavoratori zambiani, il mancato rispetto della legislazione del lavoro e ambientale da parte delle numerose societa' cinesi che operano nel Paese stanno alimentando in Zambia un forte fornite di contestazione supportato anche dal leader dell'opposizione (partito democratico dei cittadini) Robert Manza che accusa il Governo di Lusaka di eccessiva condiscendenza verso i nuovi "padroni del Paese".