Xi apre il G20, "nuovo percorso di crescita"

Hangzhou, 4 set. - Il presidente cinese, Xi Jinping, ha rivolto un appello ad aprire "un nuovo percorso di crescita" per l'economia mondiale e a ridurre le disuguaglianze, aprendo i lavori del vertice dei leader del G20 ad Hangzhou. L'economia globale, ha osservato Xi, deve affrontare "molte sfide e rischi" a causa del rallentamento della crescita, la debolezza della domanda, la volatilità dei mercati finanziari e la decelerazione del commercio e degli investimenti, in un momento tra l'altro in cui sta ancora recuperando dalla crisi finanziaria del 2008.

Xi ha esortato i partecipanti al vertice dei Venti principali Paesi emergenti e più industrializzati all'adozione di misure tali da spingere l'economia mondiale "sulla strada di una crescita robusta, sostenibile, bilanciata e inclusiva". L'invito è quello di "coordinare le loro politiche monetarie e fiscali, così come le loro riforme strutturali, in modo da stimolare l'economia e garantire che questo dinamismo si mantenga a lungo".

Il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, prima del summit ha sottolineato l'impegno europeo per la ripresa:  "La nostra strategia per la crescita - il virtuoso triangolo investimenti-riforme-controllo dei conti sta funzionando: le riforme portano risultati. Tuttavia a questo vertice abbiamo bisogno urgente che i nostri partner del G20 implementino le strategie di crescita già accordate".

Nel suo intervento Barak Obama ha espressamente citato, come modello da seguire, le riforme messe in campo dal governo italiano per far ripartire il Paese. Matteo Renzi, da parte sua, ha ringraziato il presidente americano per la citazione e ha invitato il G20 ad avere coraggio: per vedere i risultati delle riforme occorrono anni, ma non dobbiamo avere paura del futuro, ha detto nel suo intervento il premier italiano.

"Spesso per vedere i risultati delle riforme ci vogliono anni. Il futuro viaggia veloce e puo' impaurire. Dobbiamo avere più attenzione alla equità e alla uguaglianza: tutti vogliamo una crescita inclusiva, certo, ma abbiamo un nemico comune, la paura". 

Renzi ha ringraziato il presidente cinese, Xi Jinping, per avergli espresso le proprie condoglianze dopo il terremoto che ha colpito l'Italia centrale il 24 agosto.

 

04 SETTEMBRE 2016

 

 

 

LEGGI ANCHE

 

G20: RENZI ARRIVA IN CINA, AL VIA BILATERALE CON XI

 

G20: AL VIA DOMANI LA MISSIONE DI RENZI IN CINA

 

G20: OBAMA ALL'ULTIMA VISITA IN CINA DA PRESIDENTE, I BILATERALI DEL VERTICE DI HANGZHOU

 

G20, ECONOMIA PIU' CHE POLITICA, PRIORITA' DELLA CINA AL SUMMIT DI HANGZHOU 

 

G20: RENZI, IN VISTA BILATERALE CON XI A MARGINE

Misure di sicurezza e "ferie forzate" ad Hangzhou

 

 

ALTRI ARTICOLI

 


G20: RENZI ARRIVA IN CINA, AL VIA BILATERALE CON XI

 

G20: AL VIA DOMANI LA MISSIONE DI RENZI IN CINA


G20, ECONOMIA PIU' CHE POLITICA, PRIORITA' DELLA CINA AL SUMMIT DI HANGZHOU

 

TERREMOTO: 100MILA DLR DA CROCE ROSSA PECHINO

 

KIRGHIZISTAN: ESPLOSIONE AD AMBASCIATA CINESE

 

G20: RENZI, IN VISTA BILATERALE CON XI A MARGINE

Misure di sicurezza e "ferie forzate" ad Hangzhou


TERREMOTO: EX KICKBOXER CINESE DONERA' 10MILA YUAN


AL VIA A PECHINO CORSO PER AMBASCIATORI VINO ITALIANO

 

LA CINA NON E' IL GIAPPONE

 

@Riproduzione riservata