UE A FAVORE DEL PIANO CINESE PER LA RIDUZIONE DEI GAS SERRA

Pechino, 1 dic. - Il programma di riduzione delle emissioni digas serra stabilito dal governo cinese a fine ottobre hasuscitato reazioni positive tra i delegati della commissioneeuropea in Cina. Si tratta di un programma che mira a ridurreentro il 2020 le emissioni di diossido di carbonio del 40-45%per unita' di PIL rispetto al 2005, un provvedimento necessarioper regolare lo sviluppo economico e sociale a medio e lungotermine. Poiche' la Cina e' il maggior paese in via disviluppo, un simile progetto puo' rappresentare un modello daseguire per gli altri paesi. Questa la dichiarazionedell'ambasciatore dell'UE in Cina Serge Abou nel corso di unaconferenza stampa. Il diplomatico ha aggiunto che nel contestodell'imminente conferenza di Copenhagen (al quale partecipera'anche il premier cinese Wen Jiabao) i limiti all'emissione digas serra posti da ogni paese rappresentano un modo peraffrontare e risolvere la questione dei cambiamenti climatici.Anche il presidente di turno del Consiglio dell'Unione europeaFredrik Reinfeldt ha giudicato positivamente l'iniziativacinese.