SINOPEC: SMOG COLPA DEL CARBONE DI BASSA QUALITA'

Pechino, 13 mar. - La colpa dello smog in Cina sta nel mix dicarbone a bassa qualita' e di cattive scelte delleamministrazioni locali. Ad alimentare le polemichesull'inquinamento atmosferico, tornate alla ribalta dopo ladiffusione del documentario "Under the Dome", dell'expresentatrice di Cctv Chai Jing, e' il presidente del maggioregruppo statale del petrolchimico, Sinopec. Ai microfoni delBeijing Times, Fu Chengyu se la prende con i gruppi delcarbone, gia' pesantemente segnati dal calo della produzionedello scorso anno e dalla chiusura di migliaia di miniere nel2014. "Il carbone non e' buono, ma possiamo vivere senzacarbone? - Si chiede Fu - Spero che un giorno tutti possanousare carbone pulito, ma difficilmente possiamo farlo ora".Fu parla poi del ruolo delle amministrazioni locali cinesi - eindirettamente anche del governo centrale - responsabili di nonessersi accordate su uno standard unificato a livellonazionale. "Alcuni vogliono il petrolio a basso prezzo, escelgono petrolio di bassa qualita' - ha continuato ilpresidente di Sinopec, nell'intervista ripresa sul South ChinaMorning Post - Non spetta a me decidere a chi vendere. E' ilgoverno che decide a chi io debba vendere". La Cina non haancora regole unificate per i carburanti, con alcune citta' eprovince piu' arretrate di altre sul piano delle emissioni diCO2.I gruppi del greggio cinese, e in particolare proprio Sinopec eChina National Petroleum Corporation (Cnpc) erano finiti sottoattacco nel documentario della giornalista. Cnpc si era difesaattribuendo la maggiore parte della responsabilita' dello smogalle aziende produttrici di carbone: nessuna replica, finora,era arrivata da Sinopec, contro cui Chai Jing aveva puntato ildito. "Sinopec, una gigantesca azienda di Stato con oltre 400miliardi di dollari di ricavi - aveva chiesto la giornalista-non dovrebbe assumersi alcuna responsabilita' sociale?".Sinopec, ha poi concluso Fu Chengyu, e' in grado di produrregreggio ai maggiore qualita', in linea con le richiesteanti-inquinamento del governo cinese.