Shanghai la città più ricca, scalzata Pechino

di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 27 feb. - E' Shanghai la città più ricca della Cina per reddito pro-capite. La metropoli cinese, che ha lo status di provincia, come Pechino, Tianjin, e Chongqing, si è classificata al primo posto scalzando la capitale cinese, con un reddito disponibile pro-capite di 47710 yuan (6770 euro). Al secondo posto retrocede, invece, Pechino. Sul podio c'è spazio anche per la provincia dello Zhejiang, nella Cina orientale, anch'essa sopra i quarantamila yuan all'anno di reddito secondo i calcoli diffusi dal quotidiano Guangming Daily, sugli ultimi dati relativi all'economia nazionale del 2014 dell'Ufficio Nazionale di Statistica cinese. In fondo alla classifica, c'è la provincia interna del Gansu, con un reddito pro-capite medio di 20804 yuan (2952 euro).

Lo scettro alla metropoli cinese rientra in un quadro, quello prospettato dai dati ufficiali, in cui il reddito medio pro-capite dei cittadini che vivono nelle are urbane è cresciuto del 6,8% nel 2014, a 28844 yuan (4096 euro) quasi triplicando il livello di chi vive nelle aree rurali del Paese. "L'economia nazionale è rimasta stabile sotto la nuova normalità con un  dinamico aggiustamento strutturale, un aumento della qualità e un miglioramento delle condizioni di vita - scrive nel comunicato di accompagnamento ai dati l'ufficio Nazionale di Statistica cinese - L'economia e la società hanno realizzato una crescita sostenibile e stabile".

Shanghai, hub finanziario della Cina, è stata la prima grande città a status di provincia a non includere l'obiettivo di crescita per il 2015 nel rapporto di lavoro annuale. Sono, invece, ventinove le province cinesi che hanno abbassato l'obiettivo di crescita per l'anno in corso. Dopo il mancato raggiungimento dell'obiettivo del 7,5% per il 2014, e con un'attenzione crescente della classe dirigente nazionale ad altri fattori come il tasso di impiego e l'innovazione industriale, la Cina sta abbandonando gradualmente il riferimento al dato numerico del pil come fattore cruciale per la performance economica a livello nazionale e locale. "Abbandonare questa eccessiva enfasi sul pil - spiega in un editoriale il tabloid Global Times - darà alle amministrazioni locali più spazio per occuparsi di altre responsabilità e venire sempre più incontro alle aspettative dei cittadini" anche se, continua il giornale pubblicato dal Quotidiano del Popolo, "questo non implica che si debba ignorare completamente il pil. La Cina rimane un Paese in via di sviluppo con un'enorme popolazione, e lo sviluppo economico è ancora una priorità". 


27 febbraio 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 


DAL PCC LA NUOVA DOTTRINA DEI "QUATTRO COMPRENSIVI"


WANG JAINLING SMENTISCE ACQUISIZIONE MILAN


TERRORISMO: FOTO TWITTER GENERA PANICO A TAIWAN

 

GIANNINI: HO BISOGNO DELLE QUALITA' DELLA CAPRA PER RIFORME

 

SOSPESO DA CCPPC VICE MINISTRO SICUREZZA MA JIAN

 

TURISMO, +10% DI VIAGGI ALL'ESTERO PER IL CAPODANNO

 

SBC: MANIFATTURIERO FEBBRAIO AI MASSIMI DA 4 MESI

 

CINA ALL'ONU: I "QUATTRO NO" NELLA COOPERAZIONE


SCOPERTA MUMMIA MONACO ALL'INTERNO DI STATUA DI BUDDHA


LE TIGRI "NASCOSTE" L'ULTIMO TARGET DEL PCC


EXPO: ALITALIA, TRE VOLI SETTIMANALI MILANO-SHANGHAI

 

VIA DELLA SETA, TERMINATO VIAGGIO INAUGURALE

 

PROTESTA CONTRO INDIA PER VISITA DI MODI IN ARUNACHAL PRADESH

 

DUE CINESI NELLE PRESELEZIONI PER COLOZZINARE MARTE

 

RIFORME FINANZIARIE ANCORA LENTE PER BANCHE STRANIERE

 

LA GRECIA SI ALLONTANA DALL'UE PECHINO STRIZZA L'OCCHIO AD ATENE

 

TERRORISMO, AL JAZEERA: CINA AL LAVORO PER RIMPATRIO UIGHURI

 

MAR CINESE MERIDIONALE: TRA PROVE DI DISGELO E CACCIA AL GREGGIO

 

GALA DI CAPODANNO, POLEMICA SU SKETCH ANTI-CORRUZIONE

 

WSJ: ALLO STUDIO FUSIONE TRA I GIGANTI DELL'ENERGIA

 

AL VIA ESERCITAZIONI NAVALI CONGIUNTE CON GRECIA

 

DAL SOCHUAX AL MILANO, LA CINA PUNTA AL CALCIO EUROPEO

 

ANNO DELLA CAPRA, IL PRIMO DELLA "NUOVA NORMALITA'"

 

MIGLIAIA DI PROFUGHI BIRMANI NELLO YUNNAN, ALLERTA A PECHINO

 

NDRC CHIEDE CRESCITA AL 6,5% FINO AL 2020

 

RFC: KAMIKAZE NELLO XINJIANG FA 7 MORTI

 

WANG YI IN IRAN, "SPRINT FINALE" SU NUCLEARE

 

MILITARI IN SOVRAPPESO A RISCHIO DEGRADAZIONE

 

DA PBoC FONDO PER LA VIA DELLA SETA

 


@Riproduzione riservata